Il vento dell’Est spazza coach Martino dalla panchina della Fortitudo?

Bologna RavennaFonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Nelle ultime ore tiene banco nel panorama cestistico nazionale la situazione in divenire della Fortitudo Bologna. Da un paio di settimane a questa parte il progetto conservativo pubblicizzato dal presidente Christian Pavani già ad aprile, fatto da cinque conferme nel parco giocatori e dal contrattualizzato Antimo Martino, sembra aver preso la via della restaurazione; in un amen dubbi sul general manager Marco Carraretto, sull’allenatore Antimo Martino e su Marteen Leunen. Lo “tsunami” è provocato da un vento forte dell’Est, che risponde al nome di Jasmin Repesa e Teoman Alibegovic; entrambi ex fortitudini indimenticati, il primo per lo scudetto conquistato nel 2005 e il secondo per una salvezza raggiunta in extremis da giocatore. Sembrerebbe che ci sia la volontà di riformare la “coppia magica” in barba ai grandi risultati di Antimo Martino. Non solo, la conferma della partecipazione ad un coppa europea, sembra aver schiuso orizzonti nuovi anche sul fronte finanziario nella “Effe”. Chi? Quale entità degli introiti? Non ci è dato sapere, se non attraverso un “rumor” proveniente dall’ambiente felsineo; ci sarebbe infatti una sensibilizzazione del calcio (Bologna Calcio ndr.) verso la pallacanestro, con il canadese Joe Saputo pronto a supportare la squadra di basket in una sinergia spinta dai tifosi della curva. Potrebbe essere solo una voce, di certo l’aver puntato a testa bassa su Jasmin Repesa vuol dire avere a disposizione qualcosa come un centinaio di migliaia di euro (quelli chiesti a Trieste lo scorso dicembre ndr.) da mettere nero su bianco sul contratto, presumibilmente su base biennale. Non è una novità la gestione “di pancia” del presidente Christian Pavani, per cui  ne hanno fatto le spese illustri predecessori, alcuni anche con strascichi, ma l’opportunità di questo cambiamento con due stagioni rimarchevoli di Antimo Martino, è perlomeno rivedibile. La risposta ufficiale l’avremo il 15 giugno, data dalla quale la Fortitudo può scegliere di rinunciare all’allenatore molisano senza pagare un buyout pesante.