Annunci

Archivi categoria: BASKET NAZIONALE E INTERNAZ.

La Virtus va in serie a se…l’Alma riapre la serie se…

19059869_10211043080125856_3689276278211458763_nFonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

La Virtus Bologna chiude la serie se…

  • Se mantiene fede al motto di coach Ramagli “voglio 10 Bruttini”. Se Bologna gioca all’Alma Arena con uno spirito gregario, può pareggiare l’orgoglio che Trieste sprigionerà per riaprire la serie.
  • Se prescinde dalle prestazioni balistiche di Umeh e Lawson. Il primo, per la legge dei grandi numeri, non potrà continuare con queste medie al tiro, il secondo potrebbe veder disturbato il pulito gioco offensivo dalla difesa vera triestina. La differenza potrebbero farla i Bruttini, gli Ndoja, i Rosselli…
  • Se ha la pazienza del pugile consumato, quello che lavora ai fianchi per 35 minuti prima di sferrare il pugno del KO. Troppe avversarie hanno avuto la presunzione di comandare dal primo minuto a Trieste, quasi tutte si sono bruciate nell’inferno dell’Alma Arena
  • Se specula sul loop negativo che sta attanagliando Parks in questa serie. Essendo giocatore emotivo ma anche decisivo, tenerlo anestetizzato sarebbe un viatico a facilitarsi la serata.

 

L’Alma Trieste riapre la serie se…

  • Se pensa veramente di poter riaprire la serie. L’Alma Arena ha dimostrato di avere 7000 motivi per credere nella rimonta, alla squadra di coach Dalmasson basterebbe assecondare questa voglia infinita per ritrovare se stessa.
  • Se difende come di consueto. Trieste deve tornare ad essere quell’animale istintivo che sbrana le avversarie senza far troppi calcoli, che pensa meno e agisce di più, spogliandosi di quel subliminale timore reverenziale che ha accompagnato Coronica e soci al PalaDozza.
  • Se il coach guarda Jordan Parks nello spogliatoio prima del riscaldamento e ordina: “attacca il ferro dalla prima azione!”. Sottoscrivo la doppia-doppia dell’americano.
  • Se riuscirà a prescindere dalla produzione offensiva di Cavaliero e Da Ros, riscoprendo il valore aggiunto della panchina, a partire da Lorenzo Baldasso.
  • Se tutti capiscono il valore di ogni singolo minuto consumato per la causa. Se questa stagione è stata un capolavoro è perché ogni singolo tassello ha contribuito a uno scivolamento, un rimbalzo, una palla recuperata, un canestro, un incitamento in più per far diventare un gruppo di giocatori…una squadra. Scomodando “coach” Al Pacino in “ogni maledetta domenica”: “o noi risorgiamo adesso come collettivo o saremo annientati individualmente.”
Annunci