Si sta sgonfiando l’ipotesi GIS, monta l’iniziativa popolare grazie a Generali

La meteora Cappellari, l’inziativa spinta dal colosso Generali

SALVIAMO-IL-BASKETOnestamente ci credevano in pochi alla “cordata Cappellari” per il salvataggio della Pallacanestro Trieste 2004, troppo debole la struttura e i numeri per dare credibilità all’operazione, la sensazione è che tutto questo tam tam mediatico serviva a qualcuno per governare il giocattolo palla a spicchi con poco; non a caso il sindaco Cosolini non ha mai benedetto definitivamente il matrimonio, non a caso non è arrivata nessuna conferma dagli attori protagonisti. Fa parte del circo estivo dove vale tutto, ho già detto in precedenza che mancherebbe solo la voce consueta del ritorno di Giuseppe Stefanel, e poi i tasselli sarebbero al completo. Naturalmente anche il mio quadro disfattista non ha concreti indizi, mettiamola allora come una sensazione, che il flirt della GIS è durato il tempo del primo incontro…

Il vademecum della post-season allora suggerisce di registrare dati concreti, e per ora gli unici numeri a cui fa riferimento un monte danari sono quelli riferiti all’iniziativa “un abbonamento per salvare il basket a Trieste”. L’entrata del colosso Generali con l’acquisto di 150 tessere da destinare a categorie ben definite (lodevolissima iniziativa), potrebbe essere lo slancio definitivo verso numeri importanti, per ora attestati sopra i 500 tagliandi. L’effetto domino potrebbe essere dirompente nelle altre aziende locali, in cui di norma vige l’immobilismo aspettando il primo passo altrui; si aggiungono volontà di supporto nella Confartigianato e nei circoli della Regione, oltre che di realtà più piccole ma molto dinamiche come la Tamoil di Riccardo Furlan, Radiotaxi 30.77.30.

Ora si mettano in moto anche i singoli appassionati, finiamola di fare razionale filosofia su quella che invece è una questione di cuore, si cerchi di capire che l’avversione per i reggenti del basket a Trieste ha un senso costruttivo quando è combattuta sul campo sottoscrivendo tessere, non dietro una tastiera o facendo gli indignati del giorno dopo. Chiunque non proprio della green-line ha vissuto il fallimento del 2004 con una lacerante tragedia sportiva, per cui per circa 8 anni si è brancolato in palestrine italiche ripetendo lo stesso inutile ritornello: “chissà quando rivedremo basket di livello”. Bene, adesso l’abbiamo conquistato e lo lasciamo nuovamente sfuggire?

Si è già detto che l’operazione “un abbonamento per salvare il basket a Trieste” sta macinando vittorie sul campo, dopo il blocco della vendita dei diritti avrà come garante societario un esponente nel cda; questo vorrà dire avere un soggetto come organo di controllo e tramite verso il folto gruppo di appassionati, è forse l’inizio di una rivoluzione sottoscritta silenziosamente dal sindaco ma che per avere compimento deve attendere un ingresso importante economico. Non sottovalutate il singolo gesto di sottoscrivere un abbonamento.

In memoria di una grande appassionato e uomo di pallacanestro come Ferruccio Ghietti, coach alla guida della SGT tre volte scudettata.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il giugno 9, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: