L’editoriale di Basketnet: niente regali in tempi di recessione, solo auspici sotto l’albero

80943La letterina a Babbo Natale non è consona alla recessione imperante, anche perché nell’era moderna sarebbe “liofilizzata” in un sms, o una twittata o come messaggio su qualsiasi social network; allora riempiamo il sacco, o ancor meglio il cesto natalizio (suona più baskettaro), di auspici per il futuro, esigenza per un movimento che stenta a decollare, che sta implodendo silenziosamente. Raccolgo in modo sparso quello che di getto mi viene spontaneo nella notte di Natale:

–          Mi auguro che il nuovo Presidente della Lega Basket serie A sia persona edotta e appassionata, uomo animato da CORAGGIO e di ampie vedute manageriali  (aspetto decisivo secondo il mio punto di vista), scevro da orpelli politici e da linguaggi vuoti burocratesi.

–          Mi auguro che la multa da pagare di Siena non corrisponda alle cifre apparse su alcuni quotidiani, altrimenti saremmo vicini a veder sbiadire i colori di una grande protagonista del nostro basket.

–          Mi auguro che l’Emporio Armani non sia solo un negozio con merce pregiata in bella mostra, seguendo le stagioni modaiole, ma che sia un progetto illuminato a lungo termine, scegliendo il “tessuto” nobile della PAZIENZA, un po’ allergico alla forma mentis milanese…

–          Mi auguro che arrivi la wild card per la Nazionale Italiana per i mondiali in Spagna, conscio del fatto che, ad organico completo, il roster di Pianigiani per età-talento-esperienza potrebbe arrivare nel 2014 ad un apice forse mai raggiunto prima.

–          Mi auguro che un “canta-storie” della pallacanestro come Federico Buffa torni a espandere il verbo in quel di Sky, trattando tematiche palla a spicchi sgomitando con la stomachevole egemonia calciofila, oggi più che mai non meritevole di visibilità. Competenza e passioni sono il veicolo principale per un proselitismo sportivo…

–          Mi auguro che lo sport, sia in chiaro che a pagamento, si renda conto della bellezza della pallacanestro italica, sia di serie A che di Adecco Gold, dedicando un palinsesto degno di questo nome. Per far questo è necessario avere uno “artificiere” come fu Aldo Giordani alla Domenica Sportiva…

–          Mi auguro che tutto il movimento giovanile non sia una vetrina per allenatori e dirigenti ma una palestra di vita e sportiva per gli atleti.

–          Mi auguro che si moltiplichino le uscite editoriali a sfondo cestistico, come dono ad imperitura memoria di storie, gesta e immagini di un mondo fra due canestri.

–          Mi auguro che Gigi Datome torni a veder campo nella NBA, perché fare da spettatore alla sconfitta dei Detroit Pistons contro i Bobcats sono un insulto al sig. Naismith.

E infine, con slancio sincero e leggermente egoistico, mi auguro che Basketnet continui a servire gli appassionati di pallacanestro con l’onestà intellettuale necessaria, che migliori e si espanda sapendo cogliere i suggerimenti e le critiche di chi giudica senza preconcetti.

Un sincero augurio di un SERENO Natale a tutti i baskettari, non pretendo che Babbo Natale affondi una schiacciata spettacolare (vista l’età), ma regali l’assist migliore per farvi passare momenti indimenticabili con chi volete.

Raffaele Baldini

Pubblicato il dicembre 24, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: