Da Basketnet.it: pensieri in libertà (vigilata)

lettera

 http://www.basketnet.it/it/pensieri-in-libert-vigilata-di-raffaele-baldini/262063

La Nazionale va… al Pascolo

Liberati finalmente dalle grinfie del “mondiale dei mondiali” e da quel insopportabile jingle del delirio al Maracanà! Competizione fra le più povere di talento e dalla fase finale più noiosa della storia (tranne che per il poeta Caressa), si può tornare a vivere la vita di tutti i giorni, per i baskettari proiettandosi alla qualificazione europea dell’Italia e al mondiale di Spagna. Si, i mondiali che, con Achille Polonara nel roster, avremmo raggiunto comodamente. L’oggetto del desiderio del mercato estivo ha dimostrato anche alla Trentino Cup di essere un giocatore totale: pericoloso da ogni parte del campo, intelligente nel muoversi e nell’occupare gli spazi, atleta. Ma la rivelazione è il debuttante Davide Pascolo da Trento. Il “Bill Cartwright” da Udine (mi perdoneranno le nuove generazioni per questo esempio anni ’80), ha una grazia sul campo da basket da muratore serbo, però è un concentrato di illuminate letture, precisione e posizione; se madre natura lo avesse omaggiato di  10 centimetri in più, parleremmo del centro titolare di questa Nazionale per il prossimo decennio. Per il resto la squadra di Pianigiani, solo infastidita da modeste avversarie, manda segnali confortanti per quanto concerne coesione, volontà di giocare assieme, spirito; peccato che tutto questo sarà resettato al momento di inserire i vari Hackett, Gentile, e, Dio volesse, qualche NBA; gli equilibri con primedonne sono sempre molto più complessi.

Il mercato italico: convince poco l’idea Kleiza, Reggio Emilia chirurgica

Mercato italiano in fermento, al di là delle scelte sulla proporzione italiani-stranieri, e al di là del traffico da addetti ai lavori alle Summer League americane. Milano, dopo la dolorosa scelta (obbligata) di cedere un leader come Keith Langford, piazza un colpo e mezzo: Joe Ragland in cabina di regia, ottimo per il campionato italiano ma, parere personale, meno strutturato per un’Eurolega di livello. Il botto estivo potrebbe essere Linas Kleiza, ex NBA, giocatore costosissimo che non sposta e non sposterà mai su un campo da basket. Reggio Emilia come sempre mi convince: l’idea fissa Polonara è allineata perfettamente con una volontà di dare un nucleo tricolore di livello alla squadra, con supporti utili (e meno da album di figurine) d’oltreoceano. La conferma di Silins può addirittura creare cassa futura. Cantù, Bologna e Varese mandano segnali neanche troppo velati che il budget sarà un freno notevole alle velleità in sede di mercato, mentre Pesaro si assicura mezza salvezza con l’acquisto di Anthony Miles. Sassari è una mina vagante, come lo è stata e come lo sarà sempre, perché gli isolani sono qualcosa di diverso dal resto, di naturalmente irrazionale. Venezia? Ottimo l’affare Ress, per il resto per ora mi rimane indecifrabile.

La lettera di Minucci e quelle due righe, facciamo finta di niente?

Non è una cartolina da un luogo di villeggiatura, quello che di suo pugno ha voluto esternare l’ex Presidente di Lega Ferdinando Minucci in forma epistolare; fa sicuramente parte del protocollo dell’arringa difensiva mediatica, ma è anche un messaggio che non può e non deve essere sottovalutato. Solo a me son venuti i brividi lungo la schiena leggendo quelle due inquietanti righe? “Mi assumo la responsabilità per essermi adeguato ad un sistema che nel mondo dello sport professionistico è ben conosciuto…” .

Nessuno sente l’obbligo di chiarire o dissociarsi dalle pesanti allusioni? Nessuno , eccetto Toti e Villalta, sente di smontare sul nascere un possibile caso? Il Presidente Petrucci glissa?

Vabbè, forse ho interpretato male io, forse il marciume nato per calciopoli ha incistato in tutti gli appassionati il germe del sospetto. O forse, lo spero vivamente, è il silenzio….degli innocenti!

Raffaele Baldini

Pubblicato il luglio 14, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: