Tutti a Mantova… e i testimonial che vanno alla grande

DSC_3464La settimana corta che porta a Mantova… IL match

La quiete prima della tempesta. Le prime giornate primaverili che irradiano la città Trieste scandiscono anche i giorni che mancano alla sfida decisiva di Sabato 4 Aprile in quel di Mantova. Non semplice organizzarsi per i tifosi, il periodo pasquale toglie ogni possibilità di dotarsi di pullman, unica via arrangiarsi con mezzi propri. Perché a Mantova si consuma una buona parte della stagione della Pallacanestro Trieste 2004, un percorso talmente positivo da poter regalare un possibile sogno play off ai propri appassionati. E sono già una trentina gli aficionados pronti a supportare Carra e soci in terra lombarda, numero destinato a salire con l’avvicinarsi dell’evento.

Inutile fare previsioni o analisi tecnico-tattiche, siamo appena lunedì e tanta acqua deve passare sotto i ponti. Un solo aspetto può essere curioso alla vigilia: gli Stings di Mantova per “anzianità” ed esperienza nella categoria, potrebbero pagare uno scotto nei confronti di Carra e soci, maturati nelle torbide acque della medio-bassa classifica di serie A2. Tonut, Coronica, Fossati, Mastrangelo e compagnia, pur nella giovane età, hanno vissuto sfide da “do or die”.

 

Murphy e Issiah, vi vogliamo così!

Ho criticato, aspramente anche, e non rinnegherei ogni singola virgola di quanto scritto settimane fa; ma è proprio in virtù di una coerenza etica che oggi rimarco quanto di buono stanno facendo Murphy Holloway e Issiah Grayson. Non sto parlando solo del campo, dove l’ala forte sta tornando a dominare a piacimento gli avversari e dove il play sta registrando finalmente una ispirata vena al tiro, bensì quello che fanno fuori dai 28 metri di parquet. L’iniziativa promossa dalla società verso le scuole (un po’ tardiva ma L-O-D-E-V-O-L-I-S-S-I-M-A) ha visto spesso protagonisti i due d’oltreoceano. Basterebbero le foto degli eventi, ma a suffragio ci sono anche le decine di entusiastiche testimonianze dei ragazzini e dei genitori: la coppia Murphy&Issah piace, piace da matti perché è spontanea e disponibile, è marcata da sorrisi generosi, oltre che da quel tocco di spettacolarità che non guasta. Un quadro che esalta il loro ruolo come testimonial di uno spettacolo sportivo, come portavoce del movimento per centinaia di ragazzini.

So good, guys!

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il marzo 30, 2015 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: