Questione di fiducia, leader e la galleria di Picasso

ANG_0532Una vittoria figlia dei tempi attuali

Posso sbagliarmi, ma una partita del genere qualche mesetto fa, la Pallacanestro Trieste 2004…l’avrebbe persa. Ed è qui che la compagine allenata da coach Dalmasson palesa tutta la bontà di un percorso di crescita, quello che si struttura su esperienze negative vissute. L’entusiasmo post Bologna, Recanati leggera in quanto de-responsabilizzata, una partita a scacchi contro un santone come Sacco; Trieste ha capito che avrebbe dovuto avere pazienza, soffrendo più del dovuto ma restando concentrati. E così è stato, tanto da non farsi abbattere sui tiri “ignoranti” insaccati da Sollazzo o le chirurgiche conclusioni di Maspero, creando i presupposti per dare la zampata finale.

Leader in campo e fuori

La personalità di Roberto Nelson è talmente accentuata, da imbarazzare se paragonata al predecessore dall’encefalogramma piatto Zahariev. Nelson non è sempre una sentenza, ma pone come primo presupposto quello di prendersi le responsabilità, e già questa è una nota mentale di assoluto rilievo. Non bastasse, e qua è Dalmasson a venirci incontro in sala stampa, è lo stesso neo arrivato ad aver suggerito al coach di inserire Coronica sul parquet al proprio posto, in quanto la squadra necessitava di una maggior attitudine difensiva. Roberto Nelson non sarà un fenomeno, ma si ha la sensazione che possa avere la stessa positiva incidenza che ebbe Wood al suo arrivo a Trieste. O forse di più.

Lorenzo “pulizia” Baldasso

Ovviamente il titolo non è riferito alle virtù igieniche della guardia in canotta Alma Trieste. Parliamo di una pallacanestro essenziale, sviluppata con sempre maggior puntualità e personalità. Il ragazzino un po’ spaesato delle prime battute di campionato sta diventando l’arma in più di questo finale di stagione. E anche qui, sarò noioso nel ripeterlo, dobbiamo esaltare in primis un approccio al gioco deciso: non si è demoralizzato in lunghi periodi sul pino, non è indietreggiato al momento della chiamata, ha conquistato il quintetto con canestri e difesa. Si, perché le gambe resteranno “lentine”, ma gli attributi… aiutano.

“Picasso” Parks? Si, una galleria di capolavori…

Il suo gallerista più affezionato, Eugenio Dalmasson, l’aveva detto in tempi non sospetti, quando il prodotto newyorkese pennellava versioni cubiste non totalmente convincenti: “aspettate qualche mese e poi ne riparliamo…”. Vero, quel tempo fisiologico necessario per dare l’opportunità ad un giocatore che apprende velocemente di capire la pallacanestro europea, il sistema dalmassoniano, mantenendo la “fame” di chi vuole vivere di pallacanestro. Jordan Parks fa tantissime cose sul parquet e tutte con la massima intensità; il contratto biennale è forse il primo tassello di quella programmazione che a Trieste non si vede da troppo tempo.

Mr.Lawson e quella sporca… cinquina

Amore a prima vista: Kenny Lawson è un giocatore che per caratteristiche è l’ideale in serie A2. Braccia lunghe, buona tecnica di base in area pitturata, buono in lunetta… insomma, un lusso per la categoria. Se ci mettiamo attorno un concreto Sollazzo, la gestione di un Maspero chirurgico, il solito “trottolino” Traini e l’esperienza impagabile di Pierini, ci accorgiamo che l’unico difetto di Recanati sta nella panchina cortissima. Si, perché la squadra di coach Sacco ha giocato bene, ha avuto idee tattiche che hanno imbrigliato la squadra di Dalmasson, nonché la testa giusta per rientrare dalle folate giuliane.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Pubblicato il febbraio 8, 2016 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: