Annunci

Udine in palla, Trieste più strutturata e vincente

IMG-20180831-WA0009Piatto ricco estivo, il derby Trieste-Udine in salsa lignanese, in un palasport gremito all’inverosimile. Parte meglio l’Alma sulla ali dell’ispirata coppia Cavaliero-Wright, la GSA decisa a sfruttare i centimetri di Pellegrino e l’atipicità di Powell. Ottimo basket per essere ancora agosto, ritmi alti da ambo le parti e Simpson dall’arco a portare avanti i suoi 14-12. Simpson da casa sua infila la terza tripla consecutiva, per coach Dalmasson è troppo e sul 20-15 si rifugia in un time out riparatore. Polveri bagnate in casa biancorossa, nonostante Wright faccia di tutto per creare ottime soluzioni offensive per i compagni; Udine invece ha l’argento vivo di un gruppo che gira già bene, tripla di Pinton allo scadere della prima frazione, 27-19. Difesa a tutto campo dei giuliani per scuotersi, parziale di 2-8 immediato con il canestro di Knox e time out coach Cavina. Devondrick Walker è marcato a vista dalla difesa friulana (e un po’ da se stesso), la GSA ritrova brillantezza correndo in transizione, contro parziale con Pellegrino a fare la voce grossa sotto canestro. Jamarr Sanders sulla sirena del ventiquattresimo secondo toglie le castagne dal fuoco (pur non essendo periodo), pur considerando che Udine comanda senza patire cambi d’inerzia: 40-34. Squadre all’intervallo sul 45-39.

Simpson segna tripla ad altissimo coefficiente di difficoltà, anche se Trieste palesa un linguaggio del corpo più volitivo; una schiacciata di un ottimo Sanders riporta l’Alma a -4, con conseguente time out di coach Cavina. Si scuote Mosley, dinamico e aggressivo nelle due metà campo, un suo assist per Knox porta Trieste a -3. Walker da tre punti per il pareggio, ma è un fuoco di paglia per il rientro friulano targato Pellegrino. Il triestino Spanghero prova  far male da oltre l’arco, così come tutta il resto della batteria di esterni Apu; terza frazione chiusa sulla sfida insospettabile a distanza Cortese-Knox, 68-67. Giga Janelidze in semigancio regala il sorpasso giuliano per l’entusiasmo dei tanti tifosi triestini giunti a Lignano; è sempre Cortese a ricacciare indietro gli avversari, in un derby godibilissimo. Con le squadre stanche la differenza la fa diverse gite in lunetta e un pizzico di fisicità in più dell’Alma: 77-81. 0/4 ai tiri liberi per i biancorossi sono l’ultimo assist per rimettere in corsa la GSA, pur considerando che le energie dei friulani sembrano esaurirsi. Ultimi tre minuti in controllo per gli uomini di Dalmasson, il derby finisce 84-97, quaranta minuti che lasciano in eredità una Apu in forma campionato e un’Alma nettamente migliorata rispetto a Capodistria.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il agosto 31, 2018 su HighFive. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: