Annunci

Archivi categoria: HighFive

Coach Dalmasson: “Ricominciare? Stimolo continuo”

dalmassonFonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Il timoniere ai posti di comando, avviata la stagione 2017/18 dell’Alma Pallacanestro Trieste e coach Eugenio Dalmasson riparte con entusiasmo rinnovato sotto le volte dell’Alma Arena.

Coach, ancora con il frastuono dei 7000 nelle orecchie di quella gara 3 che ha smorzato il sogno stagionale di poter andare in serie A e dover ricominciare in una calda giornata di agosto, tutto da capo. Un palazzetto vuoto, un percorso da intraprendere, con che stato d’animo si affronta?

“Ricominciare per me ha un senso di sfida rinnovata che adoro. Quello che è stato lo porteremo con noi come bagaglio indelebile, l’empatia creata con la gente di Trieste un moto che ci carica maggiormente, il metro mancante per il traguardo lo stimolo per lavorare con grande impegno e presenza mentale.”

C’è qualcosa che ha affisso nello spogliatoio o un motto che accompagnerà la squadra lungo la stagione?

“Sono abituato a cominciare la preparazione entrando in punta di piedi, mettendomi in disparte per studiare, capire e leggere il nuovo gruppo. Per questo motivo il messaggio lo recapito ai ragazzi quando è maturo e ha l’efficacia giusta. Di certo quello che ricorderò fino all’esaurimento è di non avere paura. Tutti ci metteranno a confronto con la stagione passata, dovremo avere la forza di non subire questo peso con la serenità di poter sbagliare durante il percorso.”

Al di là dei nuovi arrivati, pensa che ci siano concreti margini di miglioramento nei giocatori rimasto dallo scorso anno?

“Non ne farei una questione di miglioramento dei singoli. O, per meglio dire, il miglioramento dei singoli ha senso quando è in funzione della logica di gruppo. Ho sempre ritenuto più importante consolidare l’aspetto mentale e la disponibilità verso il prossimo, piuttosto che elevare qualche aspetto tecnico. La filosofia del “noi” anteposta a quella dell’ “io”, ecco quello che vorrei inculcare ai vecchi e nuovi componenti del roster.”

Qualche preciso input tattico a singoli giocatori in vista del prossimo campionato?

“Ho già anticipato che su Federico Loschi vorrei lavorare molto sull’aspetto difensivo. Per quello che concerne Alessandro Cittadini, con una preparazione puntuale, con un anno di conoscenza dei compagni in più e il feeling conclamato con Fernandez, penso possa essere il valore aggiunto della nuova stagione. Per il resto insisto nel concetto che ognuno deve portare quello che serve alla causa, non a se stesso.”

Come ha visto Federico Loschi dopo mesi di assenza dal parquet e quando rivedremo in gruppo Bowers e Green?

“Federico deve fisiologicamente entrare in carichi di lavoro a cui non era abituato. Se avrà la curiosità di capire questo nuovo corso, la duttilità e le capacità tecniche sapranno esaltare il prodotto di squadra. Laurence Bowers lo attendiamo per il 19/20 di Agosto, mentre per Javonte Green valuteremo con il suo procuratore l’inserimento più opportuno; dopo un mese e mezzo sotto l’egida severa di Tanjevic, penso possa essere più utile una settimana di riposo in più che un forzato carico di lavoro estivo.”

Annunci