Trieste-Bologna val bene una messa…

Trieste-Bologna, qualcosa a cui pensare

Il PalaRUbini attende i triestini..

Il PalaRUbini attende i triestini..

Mamma mia quanta storia cestistica Trieste-Bologna, chi ad assaporare palcoscenici importanti e chi a sublimare il proprio percorso sportivo in annate indimenticabili sotto la “F” inconfondibile della Fortitudo. Onde trovarmi in blocco la “Fossa” bolognese sotto casa, tengo a precisare una volta di piu’ che la societa’ con a capo il Presidente Romagnoli non e’ stata riconosciuta dalla frangia storica del tifo. A parte questo, come tre quarti societa’ di Legadue, anche la Biancoblu non vive momenti idilliaci, smentite a voci di un sciopero dei giocatori per pagamenti ritardati, rapporto fra coach Salieri e dirigenza ai minimi termini, ma ancora un gruppo orgoglioso che punta ai play off; esattamente la situazione di Trieste, se non fosse che la squadra di Dalmasson ha smentallato e perso mezza squadra. La nota lieta di casa giuliana sara’  il rientro di Luca Gandini, presumibilmente con autonomia limitata e utilizzato con chirurgica attenzione; l’impressione e’ che l’Acegas parta senza rischiare il totem per poi vedere all’occorrenza durante i quaranta minuti.

Partita per grandi ex, da una parte Andrea “sushine” Pecile, triestino doc piu’ volte in procinto di tornare a Trieste ma per ora solo in veste di responsabile dell’ “Olimpiadi delle Clanfe”; nessuno come lui in questa occasione ci terrebbe a fare bella figura, magari tenendo aperta quella porta al suo rientro in citta’ che non hai mai chiuso definitivamente. Dall’altra parte Marco Diviach, ex pupillo di coach Salieri ai tempi di Ozzano, a Bologna falcidiato da infortuni e perdita di ritmo partita; le sue due uscite con Trieste parlano chiaro di una possibile rinascita, anche lui quindi con un motivo in piu’ per ben figurare domenica sera.

Chiosa finale come sempre all’argomento per eccellenza, il futuro del basket a Trieste: il sottoscritto non crede a posticipi di assemblee o a lungaggini in tal senso, per cui cavalcando il moto andreottiano penso che la situazione sia in un preoccupante stallo economico. Se poi le imminenti elezioni regionali non portassero nell’ immediato investitori, allora il de profundis sarebbe certo, al di la’ di spiccioli garantiti qua e la’. Si sono succedute fantasiose ipotesi con nomi e situazioni non confermate, per cui siccome tutto quello che conta sono i dati di fatto e soprattutto la tempistica gia’ ben che compromessa, il sottoscritto dalla prossima settimana sara’ un moto perpetuo atto a ricercare la verita’, non quella che ognuno vorrebbe leggere, ma quella che farebbe chiarezza nel rispetto degli appassionati di basket.

Intanto, buon basket a tutti!

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il marzo 23, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: