Un altro capolavoro, Trieste esaltata dal Palatrieste batte anche Casale

ACEGAS APS TRIESTE – NOVIPIU CASALE MONFERRATO 72-63DSC_8328

E’ la sublimazione del concetto di professionalita’ e attaccamento alla maglia: l’Acegas Trieste senza americani, con una lista infortunati piu’ lunga di una fila alle poste e con una societa’ in crisi finanziaria mette in scena il secondo capolavoro, dopo la vittoria con Verona di giovedi l’esaltante successo contro la forte Casale Monferrato, vittima illustre mai realmente con le mani sul match.

Quintetto base Acegas con Filloy, Carra, Tonut, Diviach e Gandini, risponde coach Griccioli con Ware, Green, Ferrero, Martinoni, Butkevicius; subito bella pimpante la squadra di Dalmasson rinvigorita dalla vittoria infrasettimanale, difesa in anticipo e veloci transizioni per il 6 a 3, Griccioli capisce che è necessario sprecare un time out per “introdurre” i suoi al match. Casale decide che la partita potrebbe vincerla alzando i ritmi, Martinoni esegue e Green pareggia con il secondo gioco consecutivo da tre punti; terza tripla di Martinoni caldo come una piastra da grigliata estiva, e in generale tutta la Novipiu sembra in uno stato di grazia, per contro Trieste ha un gioco a due fra Filloy e Gandini da manuale, 14-18. Parziale di 8 a 0 scaturito dalla vecchia guardia giuliana facendo anche spettacolo, mani spellate per i tifosi del PalaTrieste e un Gandini devastante; stranamente non coinvolto Butkevicius, Casale per ora è supportata da una serata al tiro da 5/6 da oltre l’arco e da un Green in penetrazione troppo fisicamente superiore, finale di un bel primo quarto sulla perfetta parità a quota 26. Terzo fallo di Mescheriakov, la partita continua ad essere caratterizzata da ottime soluzioni all’interno dei giochi da ambo le parti, con conseguenti tiri ad alta percentuale, vantaggio esterno con Martinoni nuovamente in campo ed incisivo: 27-30; sale in cattedra Ariel Filloy, assist al bacio e leadership offensiva, la partita si mantiene piacevole e ottimo impatto del lungo Antonelli per gli ospiti, con Butkevicius a fare tanti minuti di panchina: 36-34. L’Acegas come sempre incanta per abnegazione, Casale capisce poco di fronte al manipolo di giovani invasati agli ordini di Dalmasson, Tonut su tutti, squadre all’intervallo con il primo break significativo casalingo: 45-34. Filloy comincia da dove aveva finito, tripla con Ware spettatore e Trieste avanti addirittura di 14 punti, emorragia ospite interrotta dalla solita tripla di Martinoni; Ferrero trova ottime letture offensive, utili fra l’altro ad arginare una verve giuliana dirompente, a metà frazione punteggio sul 54-43 per Trieste. Ariel Filloy sembra un clinic di pallacanestro, inerzia sempre per i padroni di casa e Ware che si iscrive a referto dopo 27 minuti di incontro; anche Ondo Mengue per la causa triestina, la Novipiu non trova fluidità offensiva e soprattutto non ha le medie del primo tempo, le sole penetrazioni sembrano tenere il risultato in bilico a fine terza frazione: 60-49. Quarto fallo anche di u Butkevicius impalpabile per tutti i 40 minuti, la coppia di coloured di Casale prova a trascinare i compagni alla rimonta, 60-54 e primo reale momento di difficoltà giuliano; una preghiera di Filloy marcato da oltre l’arco allo scadere dei 24 secondi scuote Acegas e pubblico. “Sparatoria” da oltre l’arco, il match si fa nuovamente divertente e alzando i ritmi gli ospiti ritrovano verve con Green e un gioco da tre punti del minimo svantaggio: 66-63 a 4’16” dal termine. Ancora Filloy-Gandini e la difesa giuliana a fare la differenza, piccolo break ma decisivo, finisce 72-63 fra il tripudio degli spettatori del Palatrieste, l’Acegas si conceda dal pubblico amico con un’ennesima perla di una stagione orgogliosa, adesso il futuro sara’ ben piu’ duro di una partita di basket per reperire i soldi necessari alla sussistenza in categoria, mentre la Novipiu cede il passo a Barcellona e Pistoia per la prima piazza in regular season.

 

 

 

Il migliore: Ariel FILLOY (Acegas Aps Trieste)

Il gaucho nell’ultima uscita fra le mura amiche ricama una prestazione da indimenticabile: 29 punti e 36 di valutazione, 12 su 18 dal campo e 8 rimbalzi+8 assist. Impressiona la gestione della squadra, la leadership e un dialogo con i compagni come stesse giocando a Trieste da una vita.

 

Il peggiore: Povilas BUTKEVICIUS (Novipiu Casale Monferrato)

Il giustiziere in diverse occasioni dell’Acegas Trieste (Coppa Italia compresa) questa volta mette la sua pallacanestro fatta di rimbalzi, gioco sporco e punti in una sorta di stand-by; i falli commessi poi definitivamente lo tolgono dal match.

 

Arbitri: i sig.ri CIAGLIA, GAGLIARDI e CAPPELLO voto 6/7

Buon arbitraggio e ottima collaborazione della terna in arancione, fischiano con puntualita’ e ottima interpretazione del gioco.

 

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il aprile 28, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: