Trieste è salva, comincia l’era Brugnaro

Adesso le persone giuste nei posti giusti

brugnaro_luigi--400x300Nella serata di ieri campane a festa, tripudio e gaudio per una TRADIZIONE cittadina garantita, la Pallacanestro Trieste 2004 è viva e si iscriverà al prossimo campionato di Legadue Gold. Qualcuno potrebbe dire che era già nell’aria, ma a Trieste nulla è scontato, nello sport poi….

Chiariamo subito prima che ci fossero equivoci futuri: la salvezza del giocattolo palla a spicchi passa inevitabilmente per l’iniziativa “un abbonamento per salvare il basket a Trieste” e i suoi 1233 sottoscrittori, perché, oltre ai meri numeri, moralmente ha dato la spinta decisiva a tutti per darsi una mossa. Così grazie a loro si è mossa la politica (vedi sindaco Cosolini), si è mossa l’imprenditoria (vedi Generali, Confartigianato, Radiotaxi, ecc.), si è mossa la società per supportare l’operazione.

Il comunicato stampa rilasciato ufficialmente ieri sera è sinceramente nebuloso ma esplicita un mal celato principio: comincia a Trieste l’era Brugnaro per la pallacanestro. Il patron Reyer, affiancato da Federico Casarin, ha posto le basi per una collaborazione totale in futuro (tecnica e commerciale), e di sicuro prim’attori del genere non si muovono per inezie. Del resto è tutto abbastanza logico: Roberto Cosolini ha ribadito per l’ennesima volta, e non capisco l’esigenza di puntualizzarlo, come la pallacanestro sia un enorme e fastidioso peso; quindi impensabile che il suo ruolo, oltre che da garante, sia attivo in prima persona. Attorno… il deserto, figure di poca personalità e poco peso economico che non possono al momento “competere” con la debordante figura dell’imprenditore veneto. Il vademecum del triestino medio ha nel capitolo “come trattare forestieri in città” una possibile proiezione del pensiero che monterà da oggi in avanti: Luigi Brugnaro “colonizza” Trieste e mortifica anni di storia per il proprio comodo. Lo dico a chiare lettere, così come lo ribadii nel caso dell’iniziativa per gli abbonamenti: se la città non è capace di produrre risorse e una classe dirigente degna di questo nome, non  si lamenti per forze fresche importate, e se anche queste dovessero logicamente un minimo anteporre gli interessi propri a quelli altrui, fa parte del gioco (e del business). La storia insegna, quali sono i personaggi che hanno dato lustro allo sport di squadra locale negli anni addietro: Giuseppe Stefanel e Amilcare Berti….triestini?

Luigi Brugnaro è uno dei pochi veri imprenditori passionali della palla a spicchi, investe nello sport più bello del mondo ed ha credibilità manageriale; la sua Reyer sarà già un pensiero che riempirà le giornate da agosto in avanti, plausibile che l’unica via per gestire la Pallacanestro Trieste 2004 sia quella di affiancarsi a uomini di fiducia. Brugnaro sa benissimo che è VITALE e CORRETTO mettere nella stanza dei bottoni qualche addetto ai lavori gradito alla piazza, e soprattutto ai 1233 sottoscrittori, magari triestino e che sia fuori da contesti politici.  Esattamente dopo la formazione del roster 2013/14, su cui non ci sarà tanto da lavorare viste le conferme di Dalmasson, Carra, Gandini, Mastrangelo, Ruzzier, Tonut e Urbani, l’incipit per la stagione sportiva sarà uno e uno solo: reperire nuove finanze per non doversi trovare in un caldo maggio del 2014 con incubi fallimento o nel dover far carpiati con iniziative popolari dell’ultimo minuto.

Oggi è giusto festeggiare, godendosi magari i pupilli nostrani con la Nazionale U20 di Sacripanti, perché emozionarsi di basket a Trieste è un’esigenza, a prescindere da tutto!

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il luglio 4, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 2 commenti.

  1. E se fosse Baldini il GM….!!??

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: