Perplessità e certezze, Trieste si stringe attorno alla Pallacanestro Trieste 2004

SALVIAMO-IL-BASKETMI riserverò di parlare più avanti delle questioni societarie, continuo a rimanere molto perplesso su personaggi ed entità che gravitano attorno al magico mondo della palla a spicchi locale; sono addirittura intrigato all’idea che se metto via qualche risparmio per le ferie estive, magari investendo nella passione di una vita potrei comandare tutti, massima visibilità con pochi esborsi. Le proporzioni non tornano, e come se si trattasse con i centesimi per gestire una catena di alberghi…. 1000 euro per diventare soci, 10000 e divento “cardinale”, 17500 e sono Papa, a fronte di budget globali che si avvicinano al milione di euro. Vabbè, cavalchiamo la filosofia della cicala e dei piccoli passi incrementali, confidiamo nella buona volontà di chi entra nel sodalizio, a patto che venga bandito d’ora in avanti il concetto “cerchiamo di coinvolgere le realtà locali”, un inflazionato ritornello passato di moda.

Comunque quel che conta è che la macchina procede, a passo lento come un novizio alla guida, dando le precedenze a chiunque, ma seguendo un percorso giusto; la gente sembra aver metabolizzato il motto “sangue, sudore e lacrime” lanciato in fase di campagna abbonamenti, e le risposte stanno arrivando: ulteriori aficionados a quelli che avevano fatto la prelazione in estate, 50 mila euro racimolati in una settimana che ossigenano le casse, e numeri che cominciano ad essere importanti per la categoria. Sarebbe importante veder accrescere il coinvolgimento, anche sulla spinta dell’ultimo Europeo vissuto in Slovenia; l’importanza di avere un traino mediatico per i giovani, avere punti di riferimento di livello da guardare, da cui trarre ispirazione, magari in arene moderne ed accoglienti come la Stozice Arena.

Anche questo è un pallino che ho da una vita: il Palatrieste deve adeguarsi ai tempi, non può rimanere un’istantanea del giorno dell’inaugurazione, deve diventare anch’esso un mezzo per attrarre appassionati; non un mero contenitore di individui ma un fulcro pulsante della vita cittadina. Il neo entrato (o il “ritrovato”) dott. Bagatti parla di marketing? Bene, si cominci a trasformare il Palatrieste nel museo del basket locale, si utilizzi un teatro dello sport per insegnare la storia della palla a spicchi cittadina alle nuove leve, storia che ne ha di capitoli da raccontare. Coinvolgimento e appartenenza, il binomio che crea seguito.

Casse rimpinguate utili alla scelta dell’ultimo spot del roster; il sottoscritto non si sposta di una virgola da quanto sostenuto post Alleghe (amichevole contro la Reyer ndr.), la Pallacanestro Trieste 2004 ha come unico viatico alla possibile salvezza la scelta di un giocatore che faccia la differenza come esterno; non potendo “bruciare” visti americani, la scelta di un rookie sarebbe un azzardo notevole, per cui il ventaglio di possibilità si riduce notevolmente: o un comunitario già visto in Europa, con un minimo margine per scommettere avendo poi il visto “straniero” a disposizione, o un americano che conosce bene la realtà italiana e che garantisca produttività certa ad allacciata di scarpe.

Necessario, qualsiasi fosse la scelta, di averlo a disposizione molto presto, per inserirsi nel sistema dalmassoniano quanto prima, e ricevere la possibili chiavi della squadra. Infatti, la sfida con Imola delle prime giornate di campionato non permette di arrivare sprovveduti ad uno scontro diretto.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il settembre 24, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. E non dimentichiamoci che anni fa, quando Chiarbola era stracolmo, prima della partita si giocava sempre una gara giovanile.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: