Trieste corsara all’overtime, vittoria che vale doppio

AGET IMOLA – PALLACANESTRO TRIESTE 2004 86-90

 

tifosi triestini a Imola

tifosi triestini a Imola

Vince una sfida al cardiopalma Trieste in terra imolese, con un match che è stato tutto e il contrario di tutto, dove coach Dalmasson è stato capace di rischiare lasciando in panchina Harris quasi tutto il secondo tempo per poi rimetterlo al momento opportuno, a spese anche di uno scatenato Mastrangelo, e portare a casa il successo. Quintetto base per l’Aget Imola con Passera, Niles, Young, Dordei e Mancin, risponde coach Dalmasson con Hoover, Carra, Harris, Tonut e Diliegro; regia tutta nuova di casa Trieste con la coppia Hoover-Carra, la piu’ complementare per caratteristiche, inizio scoppiettante con i coloured imolesi a fare da padroni: 9-5. Polveri bagnate per Harris, mentre Young è a dir poco ispirato, due triple lanciano i padroni di casa e scaldano l’ambiente del Pala Ruggi; Dane Diliegro come sempre è tanto agonismo a disposizione della squadra, ottime ricezioni profonde a canestro e realizzazioni: mini parziale di 0 a 5. Zona 2-3 ordinata da Esposito, partita che conosce un rallentamento nelle realizzazioni, unico spunto di cronaca la battaglia di Diliegro contro mezza Imola a sportellate e parole non d’amore agli avversari: 16-12. Entra in partita Mastrangelo con una tripla, finale di quarto con 4 punti consecutivi di Ruzzier e Pallacanestro Trieste che impatta a quota 20. Primo vantaggio ospite con canestro di Fossati dai quattro metri,Aget spuntata senza le soluzioni di Young trova poca produttività se non con qualche canestro di Poletti, ma manda con la doppia infrazione di falli sia Diliegro che Candussi, risultato bonus esaurito per i giuliani dopo neanche 4 minuti del quarto; la coppia Ruzzier-Mastrangelo sprizza energia da tutti i pori, primo break esterno e punteggio sul 24-31. Dordei non indimenticabile dalla linea della carità, ma Trieste patisce tre falli di Diliegro e Candussi: 26-31 a 5’18” dall’intervallo. Il nuovo arrivato Hoover è imbavagliato dalla difesa imolese, non riesce a tirare  e dalla lunetta l’Aget costruisce una piccola rimonta; chirurgico capitan Carra che ridà ossigeno ai giuliani, vantaggio garantito ma mai dilatato per i 15 punti di pregevole fattura di Young; prova Candussi a giocare in area pitturata, ma la desuetudine al gioco fisico non lo mette in partita. Rompe il ghiaccio Hoover con una doppia tripla esiziale, finale di primo tempo con Dordei a dare del “tu” alla linea di fondo, finale 39 a 42 per Trieste. Doppia tripla di Niles per il vantaggio dei padroni di casa, mentre Will Harris si perde con due banali falli offensivi: 47-46. Ottima costruzione per tiri “piedi per terra” dei compagni di Marco Passera, esegue come sempre Young; pioggia di triple in casa imolese, anche Dordei al banchetto, mentre per Trieste gli unici ad essere in partita sono Ruzzier e Diliegro:60-52. Diciotto punti diciotto di Dordei senza contrasto alcuno della difesa triestina, allungo casalingo e time out inevitabile di coach Dalmasson prima che i buoi scappino dalla stalla (63-55); Michele Ruzzier l’hombre del partido con un ottimo rientro dal minuto, 5 punti di fila per una mini rimonta ospite, chiusura di terza frazione sulla perfetta parità a quota 65 (con tripla di Fossati ndr.). Quarto fallo di Diliegro ad inizio ultima frazione, con un Fossati commovente a fare tutto quanto possibile e anche di più per colmare il gap tecnico-fisico; quinto fallo di Candussi e ancora equilibrio nel match: 66-67 a 7’29” dal termine. Anche Mastrangelo torna a fare male in penetrazione,Trieste avanti di 3 ma con un reparto ai box gravato di falli, il time out conseguente di coach Esposito è chiaro diktat ai suoi di vincere la partita sotto canestro. Rientra nella partita Niles, colpevolmente poco servito dai compagni, a cinque minuti dal termine non c’è inerzia: 68-69. Ancora Mastrangelo da tre punti in serata di grazia (sostituito da Dalmasson incomprensibilmente, o forse no), si entra negli ultimi tre minuti sul 70-72; antisportivo pesante non competente fischiato ad Hoover, non sfruttato da Imola se non con un libero realizzato da Niles; entra ed esce una tripla di Carra, e la preghiera dagli otto metri di Young va a segno per il +2 Aget (74-72) a 35 secondi dal termine; 2/2 di Hoover dalla lunetta, ma lo scarico perfetto di Young a Poletti garantisce ancora ai padroni di casa il vantaggio sul 76-74 a 13 secondi dal termine. Canestro immediato di Hoover in entrata per una scelta di Dalmasson chiara di non scommettere sulla vittoria con tiro da tre punti; 10 secondi e palla a Imola che spreca l’occasione con Young, supplementare (76-76). Harris con senso del dramma sceglie di segnare da tre nel supplementare, bissato da Hoover, vantaggio Trieste sul +7 a tre minuti dal termine; Niles rimette in gioco sul filo dei 24 secondi i suoi: 83-86 a 1’28” dal termine. Non si fischia più nella tonnara d’area, fra orrori tecnici e oscene letture offensive, Dordei esce per cinque falli e Ruzzier in lunetta chiude il match con la vittoria corsara di Trieste a Imola per 86-90, una sfida che vale 4 punti per lo scontro salvezza.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il ottobre 13, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: