Trieste lascia e non raddoppia, a Trento la missione impossibile senza Hoover e Wood

coach Buscaglia già carico

coach Buscaglia già carico

Dei due “litiganti” Trento gode: la Pallacanestro Trieste 2004 farà visita alla prima della classe senza il neo acquisto Brandon Wood e senza Ryan Hoover. Il primo bloccato da un cavillo burocratico, consueta perla giurisprudenziale, per cui la società non ha ritenuto di dover far ricorso (onde evitare guai peggiori), il secondo alle prese con i punti alla fronte eredità del match casalingo contro Casale Monferrato; tutti e due scalpitanti ma il “niet” imposto non fa che ingigantire il gap fra Trento e Trieste, nella prima giornata del girone di ritorno della Adecco Gold. Per una lucida considerazione di tipo quantitativo, il divario fra la prima della classe e la terz’ultima non è certo quello palesato alla prima di campionato, un perentorio 57-91 che annichilì mezza Trieste; però le condizioni non sono variate di molto, o perlomeno l’acqua passata sotto il ponte di un girone di andata ha subito, per così dire, correnti e maree diverse, riportando la squadra di Buscaglia a dominare la categoria, pur incattivita da due sconfitte inopinate (e anche qualche lamento sulla condotta arbitrale), e la squadra di Dalmasson ripiombare nell’oblìo dopo un’esaltante tris di vittorie a danno delle prime della classe. Il rischio quindi che l’assenza del secondo americano in casa triestina, possa ulteriormente abbassare l’autostima del gruppo, pur dando come dato di fatto la maggior leggerezza nei viaggi fuori dalle mura amiche di Carra e soci.

Non ci vuole neanche un luminare del gioco per capire quale sarà il game-plan giuliano, anche perché è un obbligato percorso di chi è più debole: stare attaccati al match il più possibile per poi eventualmente sferrare il colpo del k.o. nel finale; per l’Aquila trentina invece obbligatorio riprendere a volare alto sfruttando il fattore casalingo, distanziando quel quartetto terribile (Biella, Capo d’Orlando, Torino e Veroli) che fiata sul collo della prima della classe.

Con il girone di ritorno,  e con un gran premio della montagna, si apre il cammino difficile verso la possibile salvezza di Trieste, un percorso che non deve caratterizzarsi per troppi ragionamenti ma da azioni concrete e convinte; qualora infatti si pensasse solo un secondo che la sfida importante fosse quella di domenica prossima contro Imola, la partita in quel di Trento diverrebbe il più traumatico shock per il futuro. Non ci sono quindi graduatorie e giocatori da metabolizzare come tali, resettare qualsiasi preconcetto uniformando tutto e tutti come avversari da battere, indipendentemente anche dalla location.

Si comincia dalla missione impossibile di stampo irredentista, domani è un altro giorno.

Sabato ore 20.30 PalaTrento:

AQUILA BASKET TRENTO – PALLACANESTRO TRIESTE 2004

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il gennaio 11, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: