Trieste a Ferentino per tornare a gustare il successo “on the road”

Ancora Ferentino-Trieste, con il caldo abbraccio dei propri tifosi

Tifosi e squadra assieme (foto F.Bruni)

Tifosi e squadra assieme (foto F.Bruni)

La sfida continua…. il duello a distanza fra i ciociari e i giuliani presenta questa domenica l’ennesimo capitolo, due formazioni con obiettivi diversi, la squadra di coach Gramenzi per un posto ai play off e quella di coach Dalmasson per la salvezza in Adecco Gold. Ferentino arriva dalla grande vittoria in quel di Veroli (squadra per nulla facile da battere), caricata quindi a pallettoni e con la sensazione di aver finalmente quadrato il cerchio con il roster a disposizione; la Pallacanestro Trieste 2004 invece viaggera’ verso il Ponte Grande con l’ennesimo infortunio da registrare, quello a Massimiliano Fossati, e con il giovane Norbedo nel roster. Partira’ anche la squadra giuliana con il calore dei tifosi, ritrovati in una cena conviviale nella serata di giovedi, un modo come un altro di rinsaldare un rapporto in vista del rush finale di campionato; evento riuscito con Daniele Mastrangelo MVP assoluto, scatenato fra i tavoli della pizzeria in attesa di farlo fra le tavole parchettate del Palatrieste, Diliegro in doppia-doppia culinaria come di consueto e in generale foto e disponibilita’ verso tutti. Come a dire che la societa’ con a capo Mario Ghiacci le prova tutte per incrementare la fiducia dei protagonisti.

Sara’ una sfida di quelle per capirci che vanno ben oltre i 26 metri per 14 del campo da gioco, in cui il fattore ambientale e’ e sara’ sempre una variabile incidente; motivo per cui quasi mai in campi caldi e’ raro veder le squadre di casa partire molli o svogliate, il fattore sorpresa praticamente inesistente.

Tecnicamente? Onestamente non c’e’ gara, la squadra di Gramenzi puo’ contare su due americani complementari come Green-Mosley, uno cannoniere di razza e l’altro a far legna in area pitturata; ha un parco italiani di assoluto valore e di categoria superiore in Ryan Bucci e Luca Garri, due “docenti” della materia, anche se non piu’ giovanissimi, come Francesco Guarino e Simone Pierich; a completare il gruppo giocatori come Giuri e Parrillo, non certo comparse per la Adecco Gold.

Il piano gara di coach Dalmasson e’ quello ormai scolpito nella pietra: abbassare i ritmi e non esaltare la squadra di casa concedendo break importanti, “rompendo” i giochi e provando a inventarsi qualcosa (difficile conoscendo il basket di “sistema” di Dalmasson); la desuetudine a gestire con successo i finali punto a punto per Trieste non garantisce dividendi nel caso di arrivo in volata, ma qualche flash di tante domeniche fa puo’ cullare qualche pallidissimo sogno di gloria…

Gli arbitri saranno i sig.ri Rudellat (non certo nella top ten del gradimento alla formazione triestina), Capurro e Pierantozzi.

Ore 18.00 al Ponte Grande

FMC FERENTINO – PALLACANESTRO TRIESTE 2004

Raffaele Baldini

Pubblicato il febbraio 22, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: