L’editoriale di Basketnet.it:Domenicali alla Lega Basket?il movimento ha bisogno di una macchina vincente, non di una safety-car

http://basketnet.it/it/domenicali-alla-lega-basket-il-movimento-ha-bisogno-di-una-macchina-vincente-non-di-una-safety-car/259512

Non ho mai capito le logiche della politica (o almeno finchè ho mantenuto l’ingenuità adolescenziale), figuriamoci le logiche politiche applicate allo sport. Così adesso l’ultima butade, sempre per l’insano uso di “piazzare” pedine influenti in posti di potere a prescindere dalle competenze:  Stefano Domenicali alla guida della Lega Basket, al posto del neo eletto Ferdinando Minucci.

Ora, essendo in generale un’ignorante della prima ora e un incompetente di motori dell’ultima, ho cavalcato la Bibbia degli intellettuali 2.0 per informarmi, cioè Wikipedia. Riporto testuale nella biografia attribuita al sig. Domenicali:

Dopo essersi laureato in Economia e Commercio all’Università di Bologna è stato assunto in Ferrari nel 1991, dapprima nel comparto amministrativo dell’azienda, dove si è occupato dei rapporti interni con Fiat. Passato alla Squadra Corse, come primo incarico ha seguito lo sviluppo del circuito del Mugello. Nel 1995 è divenuto capo del personale della Gestione Sportiva, gestendo anche le sponsorizzazioni; alla fine del 1996 è divenuto Team Manager. Dopo un breve periodo in cui ha ricoperto la carica di capo della Logistica, dal 2002 fino al 2007 è stato Direttore Sportivo, seguendo ogni gara e curando i rapporti tra la squadra e le autorità sportive. Il 12 novembre 2007 è stato ufficializzato il suo nuovo incarico: dal 1º gennaio 2008 Stefano Domenicali ricopre il ruolo di Direttore della Gestione Sportiva, andando a sostituire Jean Todt nel frattempo promosso ad amministratore delegato di Ferrari SpA. Il 14 aprile 2014, dopo 23 anni di servizio in Ferrari, Domenicali rassegna le dimissioni in seguito alla perdurante crisi di risultati (un solo titolo costruttori e nessun titolo piloti conquistato in sei anni) in pista delle rosse. A prendere il suo posto è Marco Mattiacci.

Porto gli occhiali, potrei avere avuto una svista o omesso qualcosa, ma non trovo una parola che faccia riferimento alla PALLACANESTRO o BASKETBALL per dirla internazionalmente. Quindi, al nostro paziente dalla palla a spicchi in coma da qualche anno, proponiamo un primario non edotto in materia? Non bastano le frequentazioni canturine a fianco della Cremascoli per sostanziare un impianto conoscitivo adatto allo scopo.

Stefano Domenicali sarà sicuramente un illuminato e una personalità valente nel panorama nazionale, un uomo che ha vissuto una realtà di prim’ordine come la Ferrari (con annessi e connessi, anche i quasi 3 milioni di stipendio annui), ma non penso che sappia minimamente cosa sia la Lega basket oggi e i problemi che si porta appresso. Ribadisco il concetto: lavorare in un ambiente sano, anche da novizi e prevedendo un fisiologico ambientamento, può essere vicendevolmente performante; farlo nel momento di profonda crisi del movimento, sarebbe un azzardo letale.

Raffaele Baldini

Pubblicato il maggio 1, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: