Datome castiga un buon Canada, ma l’Italia necessita di continuita’

italiaITALIA – CANADA 74-71
Oltre 2500 spettatori in pieno periodo vacanziero e’ l’ennesima dimostrazione di “fame” cestistica giuliana e di simbiosi con la maglia azzurra; e l’Italia non tradisce. Quintetto base azzurro con Cinciarini, Gentile A., Aradori, Datome, Cusin; risponde il Canada con Scrubb, Joseph, English, Sacre e Powell. Polveri bagnate fra le tavole parchettate del Palatrieste, il “gol” e’ opera di un marchio del pistolero canadese English. Cusin molto presente su tutte e e due le meta’ campo, un lavoro extra che costringe coach Pianigiani a cambiarlo per nuova freschezza dell’alter ego Cervi; il vantaggio canadese e’ subito annullato dalla prima giocata incisiva di Alessandro Gentile, dopo qualche giro a vuoto: 10-7. Ejim sfrutta come rapace d’area le occasioni dalla spazzatura del match, ma gli azzurri scaldano le mani con gli esterni Datome-Cinciarini; partita che si fa piacevole e vantaggio minimo per i griffati d’acero sul 18-19 a fine primo quarto. Siamo pre-qualificazione ma coach Pianigiani manda segnali chiari ai suoi: dopo 15 secondi e un atteggiamento non gradito di Moraschini, manda sul cubo del cambio Aradori per il cambio. Difendono bene i canadesi (in un attacco azzurro per la verita’ prevedibile), primo mini allungo sul 20-26 su nuova tripla di English e time out Italia; Cusin e’ una saracinesca d’area, l’unico propellente ad un azzurro sbiadito. E anche il “cinque dentro-cinque fuori” di coach Triano stuzzica i palati fini degli addetti ai lavori, con il bostoniano Olynyk a sfoderare tutto l’eclettismo, in area pitturata e da oltre l’arco: 24-31. La difesa italiana concede testardamente i tiri da oltre i 6,75 a giocatori capacissimi di centrare il bersaglio (Heslip ndr.), non basta qualche soluzione estemporanea di Aradori e Datome per raggiungere gli avversari: intervallo sul 33-39. 9-0 di parziale per l’Italia al rientro dagli spogliatoi griffato Datome-Gentile A., sorpasso dalla lunetta e anime ravvivate al Palatrieste; non basta il time out di Triano a cambiare l’inerzia, servono 5 minuti per veder muoversi il punteggio dei canadesi. Invece di inerzia fa il pieno il plotone azzurro, anche partendo da una difesa finalmente competente, Cervi con la bimane per il 47-41. Terzo quarto di personalita’ di Gigi Datome, le prende e le da lanciando qualche messaggio in tipico stile “trash-talking” NBA, l’Italia mantiene il vantaggio a chiusura della terza frazione: 52-48. Sheperd non trova feeling con la partita ma soprattutto con la terna arbitrale, 5 falli per 5 respiri e partita da seguire sul pino; torna il momento croce e delizia di Alessandro Gentile, ora la sfida si fa fisica e gli ultimi cinque minuti di giocano sul filo dell’equilibrio: 58-55. Cinciarini per 5 punti consecutivi di platino, ed un vantaggio importante sul 65-56 (con passeggiata di Aradori in entrata) a 2’55” dal termine; non ci sta il Campione NBA Joseph, mettendosi in proprio riporta il Canada a -2 a 1’11” dal termine. E’ Datome, chi se non lui, a suggellare da tre punti la vittoria azzurra: finisce 74-71, domani e’ un altro giorno.

Raffaele Baldini

Pubblicato il agosto 3, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: