Prima uscita, timidi segnali e proiezioni a lungo termine

Stefano Tonut già in missione

Stefano Tonut già in missione

Primo test per la Pallacanestro Trieste 2004, interessante oggetto di studio

Il risultato finale decreta l’83-78 per Portorose e come sempre è quello che conta meno nel primo scrimmage stagionale degli uomini di Dalmasson; tanti spunti e tutti disarticolati fra loro, perché il cantiere è apertissimo (fra l’altro in assenza di Marini e Holloway); quando poi nel roster ci sono tanti giovani, allora bisogna calibrare tutto con un bilancino da farmacista.

Subito di primo acchito l’impatto della squadra con il giuoco convince più della scorsa stagione (a questo punto): la freschezza dei giovani sembra avere anche un supporto tecnico, perché, come si auspicava, Tonut e Candussi stanno già incidendo. Stefano poi ha una dimensione nettamente più strutturata, nello stare in campo, nell’essere propositivo e nel reggere i contatti; il lungo di casa Reyer, al di là della tripla-doppia (punti, rimbalzi e… falli), quando non si perde nei deragliamenti da ingenuità, è arma importante.

Akele è per un allenatore quello che è uno Stradivari per Uto Ughi: uno strumento da plasmare di inestimabile valore. Una nota a margine, di reale emozione: il bagaglio tecnico del ragazzo sta a significare che ancora qualcuno i fondamentali li insegna, e quell’uso del perno ne è conferma. Deve solo capire il timing per prendersi i tiri da fuori, ammorbidire un po’ la manona e poi sarà giocatore vero.

Lo so, scorrete veloci e distratti queste righe, cercate il nome di Grayson. Spaesato, timido e al primo giorno di scuola; mettete un’attaccante in versione ecumenica a disposizione dei compagni e ricaverete un oggetto misterioso. Nessun problema, ha due gambe velocissime e un’ottima mano, chi lo allena ogni giorno garantisce, il tempo sarà galantuomo.

Ma forse sto già correndo troppo… per ora è tempo di rallegrarsi per vedere tanta gioventù, anche locale di ritorno come i combattivi Coronica e Fossati, e quella che prepara il terreno per  il  futuro, come Boniciolli e Zidaric. La campagna abbonamenti fra l’altro evidenzia una certa aria frizzantina, la gente di Trieste sta rispondendo con entusiasmo alla chiamata del Presidente Ghiacci (oltre 120 tessere staccate in 3 giorni). Aspettiamo allora un invasato Holloway (Twitter in ebollizione agli slanci del coloured), scopriamo Marini e poi chiuderemmo il cerchio della costruzione di questa squadra cammin facendo.

Sperando che il prodotto non sia allineato all’esordio del servizio di trasporti della squadra…  (chi sa sa)

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il agosto 27, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: