Trieste sfrutta l’occasione: Napoli battuta!

Grayson c'e'

Grayson c’e’

di Davide Uccella – Basketinside

 

 

 

QUINTETTI:

NAPOLI: Sabbatino, Jackson, Malaventura, Brooks, Metreveli.

TRIESTE: Grayson, Tonut, Coronica, Candussi, Holloway.

In campo con le sorprese Coronca per gli ospiti e di Metreveli in casa Napoli, è Trieste a uscire meglio dai blocchi, sfoggiano un’ arcigna difesa a uomo (Brooks stoppato e raddoppiato), qujndi con l’arrsto e tiro di Tonut in mezza transizione. Sabbatino offre un impatto mediocre sulla pulizia delle rotazioni, ma tenere su tutti i cambi per i giuliani non è facile, e subito arrivano tre falli, tutti subiti da Metreveli con due falli per Coronica, e l’1/2 del georgiano dalla lunetta dopo 1’40” sul cronometro. Movenze feline ma mano quadrata per Holloway, la Givova fatica a rimbalzo ripartendo dopo aver concesso ben tre rimbalzi offensivi, ma riparte alla grande con la tripla in contropiede di Jackson, e un ‘altra recuperata di Sabbatino, con possesso chiuso sempre da JJ in lay-up: il break in favore di Napoli si chiude con la persa di Tonut, 6-2 Napoli a 6’43”. Finalmente l’ex rugbista in bianco-rosso si fa sentire da sotto, anche Grayson in difesa lancia un segnale beccandosi lo sfondamento di Sabbatino, e dopo il cambio di Coronica per Prandin, Tonut si ritrova la palla tra le mani dopo lo scarico a salve del “profeta”, e realizza in solo rete per il +1 che porta al time-out, 5’38” alla prima pausa. Buona la difesa a uomo dell’Azzurro in uscita dalla sospensione, peccato che Holloway sia incontenibile e appoggi con autorità; in campo anche Marini al posto di Candussi, con Brooks che risponde al suo omologo battendolo sul perno sinistro. 8-9, 4’25”, primo attimo di spettacolo con lo stoppone di Metreveli su Holloway, arriva il primo fallo di Tonut che fa scattare il bonus alabardato: Jackson da en-plein in lunetta per il vantaggio (10-9), solita fatica sotto le plance in taglia fuori, ancora JJ in evidenza battendo sul posto in mis-match Marini e arcobalenando. Risponde Bobo Prandin, che tre anni fa con la maglia Assigeco perforò alla grande queste retine, dall’altra parte l’ex faro di Cremona si conferma in grande serata, con un altro uno contro uno a segno (11 punti e 5/7 dal campo), compensato in negativo dallo sfondo su Prandin: 2’28”, time-out sul 14-11, si riprende dopo un leggero ritardo dovuto a qualche problema dello sponsor adesivo sul parquet; la pausa però non spezza l’inerzia di Prandin che col jumper firma il -1. Tonut è ben limitato da Malaventura e l’enfant prodige fatica ad entrare in ritmo, Sabbatino d’altra parte non cinde, ci si avvia all’ultimo giro di lancette con Allegretti al posto di Metreveli. Proprio l’ex Varese è subito protagonista, lavorando bene di esperienza lottando bene a rimbalzo contro Marini, e guadagnandosi i liberi da 1/2, con rimbalzo offensivo di Brooks e il 17-13 a 1’05”. Sull’ultimo possesso triestino raddoppio eccellente su Holloway di Brooks e Sabbatino, con soliti patemi a rimbalzo, i passi di Malaventura lasciano soltanto 1”7”” senza colpo ferire.

Nessuna cambiamento in campo per l’avvio di seconda frazione, non cambia l’approccio macchinoso di Tonut con un altro tiro forzato, non cambia Brooks che in semigancio sinistra mette a referto il punto numero sei, come sei sono i punti di vantaggio casalinghi sul 19-13. In compenso c’è il suo primo fallo contro Holloway, intanto esce Sabbatino per Esposito, estesa sorte per Marini rilevato da Candussi, la vera arma in più dei giuliani è ancora Prandin che batte Jackson in penetrazione e appoggia, risponde a distanza Brooks con un altro fallo subito da Candussi e l’1/2 del 20-15. A 8’40” Tonut trova il primo fallo subito del match dall’ex Davidson (rimpiazzato da Metreveli), la prima uscita in lunetta è immacolata, anche per lui bench-destiny con Grayson sul parquet dove troviamo anche Esposito, un pò troppo intenso in difesa su Carra con la stoppata irregolare, e altra gita dalla linea della carità per l’ex Reggio. 20-18, riposo anche per Holloway rimpiazzato da Fossati, Malaventura chiude il diguno di Napoli con il catch and shot della casa, più fortunato Grayson dalla media con la palla che rimbalza sul secondo ferro e poi cade nella retina. 22-20, 7’14” alla pausa lunga, Ganeto prova a scaldarsi: l’attacco di Napoli avrebbe tanto bisogno del suo equilbirio in attacco e la sua carica a rimbalzo, dove Trieste imperversa con tutti i suoi effettivi. Nel frattempo rientra Sabbatino per Malaventura, ottimo lo spunto del folletto di Sant’Anastasia per il back-door di Metreveli con schiacciata, dopo il recupero altra girandola di cambi: dentro Tonut e Holloway per Prandin e Candussi, spazio anche per Allegretti al posto di Jackson, viene contestata l’infrazione di passi di Fossati che deraglia innescando le proteste del pubblico, reso ancora più animato dal piazzato di Tonut, sempre guanto di panno quando è libero. 24-22 a 16” da metà quarto. Sabbatino cerca una scossa portandosi a spasso Grayson (2° personale), Napoli contesta un presunto fallo di Trieste sul tiro di Malaventura, intanto Holloway si guadagna la lunetta dal contropiede: Napoli viene graziata dallo 0/2, e ringrazia prima con Allegretti, poi con la cattiveria difensiva su Tonut è quella giusta per innescare un’altra transizione, Malaventura si prende il fallo che porta Trieste in lunetta, e dopo il time-out riporta Napoli a +6 con 4’13” da giocare. I bianco-rossi, meno corali, si aggrappano ancora alla fisicità di Holloway, ma dalla lunetta si conferma con uno stentatissimo 1/2: 3’38”: la questione è tutta di mano (2/9 al 20′ con 1/6 dai liberi), visto che subita la tripla di Malaventura, il suo semigancio è corto, e nel rientro commette fallo sul cecchino di Fano: 2/2 solo rete, 8° punto personale e +9 a 3’01”, raggiunge la doppia cifra con la rubata a Prandin e il lay-up del +11. In casa ospite si cerca ancora una reazione, stavolta con Tonut che buttandosi dentro prende il fallo di Malaventura con due liberi, esce Fossati per Coronica, ma dopo pochi secondi il Mala forza, e proprio Coronica torna sulla scena con il 3° fallo su Allegretti, ben servito in punta da Metreveli. 2/2 per l’ex capitano, si torna sul vantaggio in doppia cifra (36-25 a 1’50”), l’ottimo raddoppio su Candussi dà l’opportunità per un vero allungo, ma Allegretti tira a freddo, e c’è anche a rimbalzo il 3° fallo di Metreveli, con relativa lunettata di Coronica. 1/2 per lui, stessa musica per Metreveli rilevato da Esposito, l’ultimo minuto parte in sordina con la tripla solo rete di Grayson dal palleggio. Time-out immediato, i frutti si vedono tutti nell’ottima circolazione che spezza i cambi e premia Allegretti con il suo 7° punto, la difesa maschia e un ultimo possesso con l’offensivo di Malaventura che però non trova spazi al tiro: 39-29 dopo 20′.

Sabbatino, Allegretti, Malaventura, Jackson e Brooks per Napoli,Grayson, Marini, Tonut, Holloway e Prandin per Trieste, l’avvio conferma le basse percentuali. Brooks trova in Holloway una vera e propria muraglia, ma il centro è poco coinvolto: a giustificare l’approccio la tripla piedi a posto di Grayson che dopo 1’20” apre le marcature, e dopo la risposta di Sabbatino di pari moneta, la persa dello stesso Holloway contro Brooks sulle tacche. Il buon Murphy però ci smentisce poco dopo con un delicato perno sinistro e la recuperata con schiacciata in transizione; a fargli compagnia Grayson con il fade-away del -4, e poi Prandin che da un’altra persa venale va a tutto gas, e in 2+1 regala a Trieste uno 0-10 pesante: 42-41 Napoli, time-out di Calvani con 6’43” sul cronometro. I giuliani si confermano squadra che rende nei secondi tempi, la Givova torna in campo con un isolamento insensato di Brooks (stoppato al tiro da Holloway), dà respiro l’infrazione di passi firmata Prandin, difensivamente al limite contro Jackson che realizza il -4. Si risveglia anche Tonut dalla media in angolo, Brooks conferma il suo momento no , sotto misura in semigancio e poi battuto da Holloway: è il canestro del vantaggio respinto poi da Sabbatino in lay-up. Sfida sul binario testa a testa, Marini tap-inizza a rimorchio correggendo la penetrazione di Grayson, Napoli fatica davvero convergendo sempre su Brooks, mentre dall’altra parte c’è il quinto punto di fila di Tonut, seguito da Holloway che mette i piedi in testa al n.24 Azzurro, il momento negativo tocca il fondo con il fallo in attacco di Allegretti. 46-52 con 3’01”, dentro Metreveli e Carra, marchiana l’ingenuità di Grayson con la palla in mano, commettendo il 3° fallo sulla linea di fondo, ma Napoli è in tilt, con Allegretti distratto in ricezione, e la rimessa affidata a Trieste, che non perdona con Holloway inevitabilmente marcato da Allegretti. 46-54, parziale di 7-22 entrando nell’ultimo minuto, con Trieste che è salita dal 30 al 43% dal campo (Holloway 7/17 dal 2/9 del 20′, Tonut 16), Jackson prova a far alzare i decibel di Fuorigrotta con il lay-up a segno, Holloway si mangia un canestro con la schiacciata fuori controllo, JJ ringrazia con la tripla del -3: il PalaBrabuto è un inferno, Tonut è glaciale al tiro sfidando Allegretti, dall’altra parte l’ex Cremona si prende tutte le responsabilità (7/13 dal campo con 5 rimbalzi e 4 assist), fino all’Ave Maria a vuoto del 51-56 del 30′. Napoli 6 palle perse in 10′, valore raddoppiato rispetto al primo tempo.

Nessuna novità in campo, avvio contrattissimo, nervoso, con tanti contatti e poche idee, sul fronte Napoli Metreveli delude le speranze di Jackson che più volte lo cerca, ma con gravi pecche del georgiano in ricezione. Digiuno per quasi 2′ con tanto anti-basket, rompe le retine inviolate Mastrangelo che ruba palla a Sabbatino e con il 2+1 piazza un +8 di consistenza e di merito a 7’57” dalla fine. Napoli rischia un’altra persa con infrazione dei 24”, per foruna il pick n’pop sull’asse Jackson – Brooks va in porto con il lungo a segnare dalla lunga sulla sirena, arriva anche il 2° fallo di Holloway con sfondo. C’è l’opportunità er un piazzato comodo, ma Metreveli smentisce ancora la sua fama di tiratore , e in risposta Marini (sempre marcato da Metreveli) punisce con la tripla del -9: entra Allegretti, Brooks si fa largo sotto in attacco per il -7 a 6’19”, ma oltre al suo 3° fallo su Holloway (1/2), c’è anche il 4° di Sabbatino su Carra, a cui subentra Grayson. Il tassametro corre, anche per Trieste con il 3° di Prandin e il bonus anche sul fronte ospite, si rischia ancora grosso con Jackson che è sul punto di perdere la maniglia, ma JJ si rifà con il 21° punto e la tripla dal palleggio: si torna in linea di galleggiamento sul -5, ma la lettura del pick n’roll da parte del duo USA è impeccabile. Al 35′ siamo sul 58-65, neanche le triple più comode fanno al caso di Allegretti, con il 5° fallo di Sabbatino c’è Holloway in lunetta (solito 1/2), e Brooks prima non capitalizza il triangolo ben costruito da Malaventura, poi si lascia sfuggire il rimbalzo per la rimessa triestina. 4’14”, il tempo stringe, stavolta De’Mon è solo e va solo rete: speranze al lumicino, il ferro spunta la conclusione da sotto di Grayson, bravo in attacco Metreveli a cercare Brooks con l’alto-basso, a un metro dal canestro, e arriva il fallo n. tre di Murphy Holloway. Time-out con ovazione del pubblico per gli azzurri a 3’20”, Brooks in lunetta, anche per lui 1/2, sul -4 Tonut cerca la magata, ma Brooks sul mis-match è implacabile. Attacco fondamentale, sempre il .24 protagonista, stavolta in negativo, con Grayson da dietro che gli strappa il pallone, e un presidio scadente del canestro con alfiere ancora Grayson, stavolta in appoggio. 62-68, 2’06”, fallo ingenuo di Prandin su Jackson che non perdona firmando il 23° punto, 64-68 per gli ultimi 2′, l’aiuto di Brooks su Holoway tiene lontano da canestro il centro che sbaglia, dall’altra parte però Jackson non va conla tripla del rientro definitivo, e nella mischia a rimbalzo il pubblico contesta la freccia del possesso che dice Trieste, brava poi con Marini ad attaccare alla giugulare: seconda tripla per lui, +7 a 1’24” per l’ultimo, disperato time-out chiamato da Calvani. Palla in mano a Jackson, la sua zingarata a canestro va fuori misura, con il suo fallo Grayson va in lunetta, è l’1/2 del -8. L’ultima fiammella si spegne con la tripla di Malaventura sputata dal ferro, l’ultimo minuto è solo di garbage-time, anche se per modo di dire.

IL COMMENTO

Un finale come questo porta al 64-76 conclusivo, ma è anche un finale meritato a pieni voti da una Trieste che non lasciandosi scappare l’occasione di una Givova con soli sei uomini da ruotare e 3/5 di quintetto ai BOX, si merita tutti gli appalusi che il pubblico doverosamente gli tributa. Cresciuta nella ripresa dopo un primo tempo in linea di galleggiamento (grazie soprattutto a Prandin e un Tonut più opaco del solito), la squadra di Dalmasson ha fatto la differenza con la cattiveria difensiva, con gli americani più in palla, e con i suoi giovani capaci di firmare i canestri più pesanti, Marini su tutti, anche più di un Tonut, tornato “solito” solo nell’ultimo quato. C’è da festeggiare per gli ospiti, che guardano con entusiasmo al prossimo impegno di Agrigento; c’è da lavorare per Napoli, nella speranza che con Traini e qualcun altro di ritorno si possa tentare l’assalto alla fortezza di Casale.

GIVOVA / FLOR DO CAFE’ NAPOLI – PALL. TRIESTE 2004 64-76

PARZIALI: 17-13; 39-29; 51-56

NAPOLI: Metreveli 4, Malaventura 10, Allegretti 7, Sabbatino 5, Traballesi NE, Esposito NE, Jackson 23, Ganeto NE, Brooks 15, Brkic NE. All.: Calvani.

TRIESTE: Coronica 1, Fossati, Tonut 21, Mastrangelo 3, Grayson 14, Candussi, Carra 1, Marini 8, Halloway 19, Prandin 9. All.: Dalmasson.

ARBITRI: Sig.ri Ciano di Vicopisano, Rudellat di Nuoro e Solfanelli di Livorno.

Davide Uccella – Basketinside

Pubblicato il novembre 16, 2014 su HighFive. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: