Benvenuti nella campagna elettorale 2016

toto_comizio_votantonio-4f89a123a8f59Cosa c’entra la campagna elettorale con la pallacanestro? Ma come, non mi sarete così ingenui da omettere tutto il decorso cestistico post Stefanel in salsa politica. La pallacanestro, e non lo dice il sottoscritto ma la storia, è il veicolo più potente elettorale a Trieste; migliaia di voti potenziali che possono spostare e fare la differenza: chiedete a Illy, Dipiazza e Cosolini e mi saprete dire.

I più attenti segnaleranno che le elezioni comunali si svolgeranno appena nel 2016, ed è esattamente la tempistica ideale per muoversi ora. La sensazione è che stiamo vivendo un deja-vù: quello maledettamente triste del 2004, pre-fallimento e rinascita sotto altra denominazione. Le similitudini sono le seguenti: c’è una proprietà attuale debole ma eticamente pulita, con cda uscente praticamente mai rimpiazzato, alle prese con una missione difficile di reperimento finanze. Questa proprietà, china sul proprio operato, subisce giornalmente curiosi “rallentamenti” esterni; viene, in pratica, messa in difficoltà. Allora come oggi si può salvare la “baracca” senza esagerati carpiati, unica cosa è da capire se c’è la volontà.

Allora come oggi, potrebbe avere senso creare una nuova realtà, a suo di slogan e progetti a lungo termine, che porti un ricambio d’aria e magari stimoli il popolo di appassionati. Da sempre, la legge di chi viene dall’esterno (eccetto per la Triestina Calcio ndr.) è manifesto più credibile di chi “legifera” dall’interno.

Quindi si stanno definendo le fazioni: quella filo-cosoliniana, ed è la proprietà attuale, per il mandato-bis dell’attuale sindaco, e un’altra che potrebbe appoggiare l’avversario. Nulla è certo, e potrebbero essere solo deliri del sottoscritto condizionato da fantasmi del passato, però movimenti sotto pelle ce ne sono e non di poco conto.

Ideale crono-programma di entrambe è quello di fare una stagione, quella prossima, di alto livello, qualsiasi fosse la categoria di appartenenza: la A2 o la DNB acquisendo diritti dopo la rifondazione. Stare al vertice vincendo molto è il miglior viatico al successo politico. Per chi strabuzzasse gli occhi a fronte dell’accostamento ardito fra serie A2 e DNB, espongo un’ulteriore personale pensiero: vincere un campionato di DNB porta nettamente più voti che vivere una salvezza tranquilla in seconda serie nazionale. Sono logiche strane ma conclamate: e lo sta dimostrando l’entusiasmo in alcune piazze storiche, vedi Siena, Bologna, Treviso.

La mia idea però è che una casa ricostruita sulle ceneri di quella vetusta e consumata dal tempo, ha una solidità maggiore, ma sarà priva dell’anima di chi ha vissuto quella precedente.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il novembre 17, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 3 commenti.

  1. I PIU’ ATTENTI SEGNALERANNO CHE tutti gli ultimi tre sindaci sono stati alla presidenza della Pallacanestro Trieste ( Illy solo come sponsor se non sono in errore ) poi altri fuori dal ruolo istituzionale di sindaco … da Salotto a Ghiacci passando per il Super presidente della promozione in A2 … ” Quindi si stanno definendo le fazioni: quella filo-cosoliniana, ed è la proprietà attuale, per il mandato-bis dell’attuale sindaco, e un’altra che potrebbe appoggiare l’avversario ” SIAMO SICURI AL 100% che l’avversario sia solamente uno e non due e quindi nel caso che l’attuale sindaco non venga eletto al primo turno e non entri nemmeno al ballottaggio i candidati sindaco sia due nomi nuovi e non Cosolini ? Voglio enunciare una ipotesi futuribile: da un lato una candidata donna della seconda realtà politica più votata in Italia dall’altro un candidato uomo giovane della più nuova e rivoluzionaria realtà politica cittadina … A quel punto caro Raffaele a chi andrebbero le ” migliaia di voti potenziali che possono spostare e fare la differenza ” ? … Attendo cortese risposta. P.s. Domanda extra per esperti: nell’attuale situazione economica societaria pur non tagliando un giocatore del roster è legale a livello contrattuale non farlo scendere mai più in campo fino alla fine del contratto ? Grazie mille per le risposte alle mie due domande

  2. Lei dice: questa proprieta’, china sul suo operato, subisce quotidianamente curiosi “rallentamenti” esterni: viene in pratica messa in difficolta’.
    Cosa sono o chi sono questi “rallentamenti” esterni?
    Enzo Ravalico
    email: enzo.ravalico@alice.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: