Delirio d’alta quota, la Pallacanestro Trieste 2004 fa sognare una citta’

Curva in crescita...

PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – DINAMICA MANTOVA 79-78

QUINTETTI

Trieste: Grayson, Carra, Tonut, Holloway, Candussi

Mantova: Fultz, Moraschini, Amoroso, Gaddefors, Jefferson

Rotto il ghiaccio con morbido atterraggio di centinaia di orsetti sul canestro di Amoroso. Cambio punitivo di Dalmasson dopo un minuto e mezzo per una distrazione difensiva di Tonut, Trieste approccia male e va sotto subito 0-7. Partita vivace e segnature agevolate da difese “alternative”, Murphy Holloway si mette in proprio per riportare sotto i biancorossi, entrata di Carra per il -2; agli ospiti basta un passaggio lungo in transizione per essere in sovrannumero, mentre la squadra di coach Dalmasson sfrutta il monotematico servizio in post basso per il tronco d’ebano in maglia numero 16: sorpasso con un ottimo Coronica. Buon basket sotto le volte del Palatrieste, prima frazione conclusa con due perle dei gioiellini Tonut-Moraschini: 25-20. Riccardo Moraschni ricama pallacanestro, con ampio ventaglio di soluzioni offensive, l’unico competente e in grado di riportare avanti gli Stings; scema la produttivita’ offensiva da ambo le parti, anche perche’ i giuliani rompono il ghiaccio nel quarto dopo 6 minuti (casualita’ con Holloway), con parzialone subito di 2-14 nel quarto; Dinamica che gioca benissimo con una regia superlativa di Maccaferri, giocatore che non ferma il palleggio neanche se glielo ordina Napolitano. Daniele Mastrangelo dimostra di essere in uno stato di forma invidiabile, la gambe rispondono e di conseguenza anche la resa offensiva, ma gli ospiti comandano all’intervallo sul 37-41.

Stefano Tonut torna con una faccia diversa, 5 punti di fila e nuovo vantaggio interno, che dura il tempo di un battito di ciglia, fino al solito castigo griffato Moraschini. Trieste ha due americani agli antipodi (e non parlo di ruoli): Holloway costruisce e Grayson disfa. Dinamica di nome e di fatto, ficcante in contropiede e precisa nel gioco a meta’ campo, la squadra di coach Morea incornicia meta’ frazione da favola: 44-53. Ancora Tonut maestoso a caricare i compagni, nove punti consecutivi e pareggio nell’inferno del Palatrieste; finisce la terza frazione sul 55-55. Coronica ingaggia un duello impossibile per stazza con Landi, coperta corta triestina contro un quintetto molto decisamente solido mantovano: 57-64 con tripla di Rullo. Ultimi cinque minuti di puro fuoco sul parquet, in una partita entusiasmante; Trieste prova il tutto per tutto con Grayson in panchina, Holloway stanchissimo e Tonut a caricarsi di responsabilita’. Rullo decisivo negli “orange”, Prandin con un miracolo riporta avanti Trieste sul 67-66; getta due occasioni alle ortiche la squadra di Dalmasson, Mantova segna con Fultz la tripla del supplementare a quota 69, con l’incomprensibile volonta’ di non far fallo dei giuliani. Squadre esauste, con una rotazioni praticamente nulle, gli errori sono logica conseguenza; Holloway torna a dominare in area pitturata con 4 punti di fila, ma Rullo riporta avanti la Dinamica con una tripla a 50 secondi dal termine. Segna ancora Holloway da sotto, e gli ospiti sprecano 24 secondi senza tirare; Trieste vince 79-78 dopo una sfida onestamente stupenda per intensita’ e impazza la festa dei 3500 del Palatrieste.

Pubblicato il dicembre 21, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: