Trieste oggi e’ ai play off, domani… e’ un altro giorno

Grayson, superlativo

Grayson, superlativo

PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – FILENI JESI 89-79

QUINTETTI

Trieste: Grayson, Carra, Tonut, Coronica, Holloway,

Jesi: Williams, Elliott, Borsato, Rocca, Marsili

Pochi calcoli nella serata triestina, con i padroni di casa obbligati a vincere per andare ai play off e gli ospiti a onorare la salvezza guadagnata sul campo. Due falli in un minuto per Murphy Holloway, tegola non indifferente nell’economia giuliana, Jesi ne approfitta per mettere il muso avanti 0-4. Tonut-time, figlio della rabbia di una settimana incomprensibilmente passata sulla graticola, 5 punti consecutivi e freccia del sorpasso azionata; Mason Rocca invece, in barba alla carta d’identita’, si mette in lavoro in area pitturata con la consueta competenza e fisicita’, Fileni al nuovo sorpasso: 5-10. Zona ordinata da coach Lasi punita immediatamente da Tonut, prima frazione conclusa con allungo triestino: 20-14. Parziale e sorpasso ospite grazie al gioco da tre punti di un ispirato Borsato (con Trieste e’ pura empatia), coadiuvato da un ottimo Elliott, Trieste implode offensivamente ai primi cambi. Come nel primo quarto, la squadra triestina spreca falli inutilmente entrando presto in bonus, Jesi ringrazia con punti a cronometro fermo: 26-28. Gran bell’impatto sul match del muscolato Procacci, serve i compagni con assist al bacio e castiga da oltre i 6,75; la Fileni ha piu’ di un’idea tattica corretta nella serata al Palatrieste. Squadre all’intervallo con Issiah Grayson a limare uno svantaggio che conserva i grandi meriti marchigiani: 38-40.

Spirito nuovo per Trieste al rientro in campo e Grayson vecchio, torna avanti la squadra di Dalmasson con un perentorio 9-2; gioco a viso aperto da ambo le parti (tradotto, difese assenti), i giuliani veleggiano sulle ali del ritrovato Tonut per il primo parziale vero: 55-45. Grayson-to-Holloway ed esplode il Palatrieste, torna lo spettacolo per 3600 entusiasti spettatori; Trieste non fa i conti con il solito Borsato, autore di 8 punti in un amen, pareggio a quota 57 per una Jesi che mai ha mollato le mani dal volante. Tornano a mancare le rotazioni difensive degli esterni triestini sul pick’n roll, e nemmeno il tecnico fischiato a Borsato fa deragliare gli “orange”; chiusura con tripla di Prandin, 67-62. Rocca e Elliott sono una buona fetta della Fileni (anche perche’ orfani di Maggioli, e’ inevitabile), chi in area pitturata e chi “faccia a canestro”, mantengono la partita in equilibrio; nel momento piu’ difficile, i biancorossi di casa ritrovano un grande Candussi e il solito Stefano Tonut, 82-71 e time out Lasi a 4 minuti dalla fine. Marchigiani che giocano orgogliosamente fino in fondo, attitudine degna di nota, anche in virtu’ di un roster dimezzato dalle assenze di Maggioli e Santiangeli; alla fine pero’ vince Trieste per 89-79 e allunga il sogno di agguantare i play off, destinazione: Ferentino.

Raffaele Baldini

Pubblicato il aprile 12, 2015 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: