Abbiate la forza di allargare i vostro orizzonti…

Gli orizzonti perduti 1Pubblico volentieri un pezzo scritto da un addetto ai lavori che stimo molto. Non è importante il suo nome ma quello che scrive (e che condivido)…

Dopo le due sconfitte della Pallacanestro Trieste di inizio campionato ci sono state le prime analisi piu’ o meno severe ma tutto sommato sempre equilibrate.

Spesso si sono messe le sconfitte a confronto con il precampionato immacolato, togliendo cosi’ un po’ di lustro a quelle partite di preparazione dal risultato poco importante.
Resto del parere che la pre season convincente e vittoriosa sia stata essenziale perche’ ha creato fondamenta ed entusiasmo, che immagino di vitale importanza, nella cementificazione di un gruppo nuovo e giovane.

Tornando all’avvio del campionato devo dire che la cosa mi preoccupa poco.

Spesso vengo tacciato di essere un tifoso troppo poco critico, o per usare una parola molto usata in altri ambiti: un buonista.
Probabilmente lo sono quando dico che perdere con Verona, autentica corazzata protagonista di un mercato estivo da serie A di alto livello o in trasferta a Mantova, con una realta’ importante della categoria, e’ una cosa normale?
Lo sono anche quando dico che la rimonta seppur incompleta in Lombardia e’ un bel segnale per il futuro?
Pero’ mi chiedo ancora: e’ buonista o esageratamente ottimista e positivo un tifoso che dalla sua squadra del cuore si aspetta solo due cose?

Da un po’ di anni le cose che contano per me sono: l’iscrizione estiva al seguente campionato e la vittoria di circa dieci vittorie che garantiscono la salvezza in campo.
Secondo me questo e’ solo sano realismo di chi ha deciso di tifare per una societa’ che da circa vent’anni non ha una proprieta’ e che mette tutto in mano ad istituzioni, piccoli sponsor e tifosi di buona volonta’.

Una salvezza che magari passa dalla crescita e dall’entusiasmo di qualche ragazzo meno considerato, magari di casa.
Purtroppo non proprio una programmazione, per quella ci vuole un budget sicuro e cospicuo per almeno un triennio, ma sicuramente un progetto annuale che puo’ diventare marchio di fabbrica e creare cosi’ una nuova identita’ riconosciuta ed apprezzata da tutti.

‘NDEMO MULI!

Pubblicato il ottobre 15, 2015 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: