Una bella espressione cestistica, un immenso Landi e…avete visto quel tiro?

DSC_8273Che bella espressione cestistica

Che bella versione dell’Alma Trieste per aprire il 2016. Una espressione di pallacanestro totale, con tutti gli effettivi coinvolti e produttivi, brillanti nelle due fasi di gioco, tanto da annichilire una strutturata Roseto. Assieme al match con la Fortitudo, forse quella di domenica sera è la miglior versione biancorossa; come sempre tutto parte dalla fase difensiva, coesa e fisica, con Prandin ad imbavagliare Allen e Landi a emarginare dal gioco ospite Bryan. In generale tutti capaci di tenere uno, due anche tre palleggi di penetrazione, mettendo le mani addosso entro il limite (a parte il conto personale di Canavesi con le giacchette grigie). Tanta transizione offensiva, cercando si attaccare il canestro prima che si schieri una pigra Roseto, creando sovrannumero in penetrazione per tiri con chilometri di spazio; e quando la serata suggerisce parole dolci per le mani educate dei protagonisti, è una pioggia di triple!

Big Aristide, versione serie A

Sarà un caso, ma l’avvicinarsi al peso forma di Aristide (o forse già raggiunto) coincide con una prestazione da Mvp. Rimarchevole il modo intelligente con cui Landi si è approcciato al match: nessuna isteria da pochi tiri presi, superba difesa su Bryan e verso i compagni con “aiuti” puntuali e rapidi, un primo tempo già degno di nota senza realizzazioni o quasi (2 punti ndr.). La ripresa coniuga tutto il verbo cestistico di un giocatore con tanto basket nelle mani, da ogni posizione del campo e con precisione da esterno. In coppia con “Bobo” Prandin è stata l’arma letale inconsueta di casa Trieste, un segnale che deve regalare ottimismo al popolo di appassionati giuliani.

E’ tornato l’affamato Parks, Zahariev rimane un “borghese” ispirato

Altro segnale di capitale importanza: il felino con la canotta n.2 è tornato ad avere fame, a muoversi sui 28 metri come non ci fosse un domani, con passo felpato e ad azzannare la preda con balzi rapidi; nelle ultime due uscite di campionato si è rianimato di quel “sacro fuoco”, spento da qualche illusione (e qualche “titolone”) di inizio stagione. E quando l’autostima cresce anche il basket espresso ne giova di conseguenza: triple, morbidi tiri dai 3-4 metri, atletiche conclusioni ad alto tasso di spettacolarità. Hristo invece sarà croce e delizia della squadra di Dalmasson; fastidioso come un herpes quando pecca di indolenza su palloni vaganti o rimbalzi, irritante quando invece di guardare il canestro scarica ai compagni con 2-3 secondi allo scadere dei 24, clamorosamente efficace quando tira convinto fuori dai blocchi e penetra IN LINEA RETTA verso il ferro. Se questo ragazzo bulgaro avesse la “garra” di Coronica, probabilmente parleremo di un crack assoluto per la categoria.

Ma avete visto il tiro di De Marchi?

Forse i più erano inebriati dalla scorpacciata balistica, forse qualcun altro aveva esaudito le pruriginose voglie di toccare i cento punti… il sottoscritto è andato in brodo di giuggiole per la conclusione di Jacopo De Marchi in step-back. Ragazzi, ho visto il corrispettivo giovane avversario incartarsi sulla ricezione, dall’altra parte ho visto un ragazzino scherzare in palleggio, arretrare tirando cadendo indietro e realizzare un canestro ad alto tasso tecnico. Mi aveva già impressionato nell’amichevole con Treviso di pre-season, ho un’altra mini conferma; io sono dell’idea che queste conclusioni non vengono realizzate per caso…

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Pubblicato il gennaio 4, 2016 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: