Trieste getta alle ortiche tutto, incredibile sconfitta a Matera

ANG_9084Bawer Matera – Alma Agenzia del Lavoro Trieste

La trasferta apparentemente più abbordabile nella terra dei sassi per l’insidia maggiore: Trieste cerca a Matera il pass per far filotto, mentre l’Olimpia si aggrappa a una delle ultime possibilità di rientrare in corsa.

Subito in partita il neo arrivato Hubalek, deciso ad attaccare le gambe un po’ più lente di Aristide Landi; squadra ospite però sufficientemente ispirati offensivamente: 5-11 sull’alley-hoop di Nelson per Parks. Lestini con spazio concesso dallo stesso Parks infila due triple consecutive, il conseguente antisportivo contro Trieste rimette il match in equilibrio. Ottima la difesa di Prandin su Chase che fatica a produrre gioco, Matera comunque dimostra di essere viva; la squadra di Dalmasson, Prandin a parte, non esprime la consueta tignosità nella metà campo di fatica, Parks e soci un po’ soft, pur considerando un attacco adeguato: 14-19. Lestini ispirato come giocasse contro la Fossa, 5 triple da distanze siderali (e 17 punti ndr.) riportano a contatto la Bawer; primo quarto chiuso sul 23-23. Jordan Parks recupera in fase offensiva tutto quello che distrattamente lascia in difesa, ma i padroni di casa mettono la freccia del sorpasso con il solito Lestini: 28-27. Tanta confusione a metà frazione, arbitri a punire l’aggressività giuliana (spesso sulla palla), che come di consueto consuma il bonus in meno di cinque minuti; parziale di 0-5 e time out coach Ponticello. Bawer in totale confusione, il break triestino manda in tilt anche Chase e Cantagalli sulla rimessa: 28-36. Con il tabellone che si muove con il contagocce per Matera, la linea della carità è l’alleata ideale a cronometro fermo; Matteo Canavesi nella miglior versione stagionale concretizza tutto il possibile e l’impossibile, nella “locomotiva” arbitrale del secondo quarto si arriva all’intervallo sul 38-44.

84-83

Pronti via e 0-4 confezionato dall’Alma Trieste, parziale interrotto da uno dei pochi canestri di Chase; terzo fallo pesante comminato a Parks, Dalmasson gioca la carta Coronica e quindi punta sul quintetto piccolo: 43-55 e primo allungo reale ospite. Un nervosissimo Hubalek (senza motivo ndr.) cerca di farsi giustizia da solo, segna e poi atterra Pipitone. Di certo provoca un reazione di tutto l’ambiente materano, -5 e tutto da rifare. Si smorza l’entusiasmo dei padroni di casa, Trieste torna a +11 con il chirurgo Pecile; Vincenzo Pipitone rianimato dalla sfida diretta con Hubalek, Nelson continua a vivere nell’abulia totale, ma l’Alma controlla il match a fine terzo quarto: 58-66. Nuovo parziale di 0-5 griffato Pecile-Parks, Trieste raggiunge il massimo vantaggio sul +13, Matera sembra palesare un pò di stanchezza. Bawer ha tanto orgoglio, non molla un centimetro e prova a recuperare senza isteria e partendo dalla difesa; torna a graffiare Jordan Parks portando spalle a canestro l’avversario, ma anche Lestini: 70-77. Ultimi cinque minuti con le sorti del match ancora in bilico, e viaggi in lunetta prevedibili; anche tanti errori figlio della lucidità che viene meno, Matera si adopera per l’ultimo sforzo, con Chase a segnare il canestro del -6 a 1’45” dal termine. Mastrangelo per il -4 e Chase per il -1, esplode Matera con un match tutto da definire. Pecile ricaccia indietro i padroni di casa, Mastrangelo dalla lunetta e Corral deposita il canestro del clamoroso vantaggio 84-83; negli ultimi 8 secondi Trieste spreca la palla della vittoria. La più assurda sconfitta per una leggerezza imperdonabile, premia una grande reazione di Matera.

Raffaele Baldini

Pubblicato il febbraio 14, 2016 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: