Delirio a Casale, Trieste pareggia e prepara l’inferno del Palatrieste

ANG_9084DERTHONA TORTONA – ALMA TRIESTE

QUINTETTI

TORTONA: Spissu, Marks, Reati, Brooks, Iannilli

TRIESTE: Bossi, Pecile, Nelson, Parks, Pipitone

Secondo capitolo di una saga che si preannuncia lunga fra Tortona e Trieste. Teatro quello del PalaFerraris di Casale Monferrato, contendenti due formazioni simili ma con opposti stati d’animo; ingredienti perfetti per alzare il livello della serie.

Partenza lampo dei padroni di casa, ovviamente griffata dall’unico assente ingiustificato di gara 1, Reati: 5-0. Tanta più aggressività di Tortona, acuita da un atteggiamento molle degli uomini di Dalmasson, chiamati all’ordine dal coach dopo poco più di tre minuti di partita sul risultato di 9-2. Alma totalmente in confusione, messa sotto fisicamente e assente difensivamente; monologo tortonese e +12 sul tabellone. Andrea Pecile prova a trascinare di forza i compagni, 5 punti scuotono il gruppo per un mini parziale ospite; Brooks e Marks abusano dei propri marcatori con giocate dall’alto tonnellaggio, pur senza tralasciare l’aspetto tecnico, leoni di nome e di fatto nella prima frazione: 23-13. Luca Garri, come in gara 1, si porta a spasso i difensori giuliani e la credibilità agli occhi della terna arbitrale, per contro Trieste è non fa nulla per scuotersi. Primo segno di vita di Trieste e di Nelson, un -8 che rianima il gruppo di tifosi proveniente dal capoluogo giuliano, anche se Jordan Parks viene pescato nella seconda infrazione del match; Garri con la tessera gold per l’abbonamento ai tiri liberi, non c’è nulla da fare contro l’astuzia del lungo di Cavina. Bell’impatto di “Bobo” Prandin nei momenti difficili dell’Alma, letture giuste e precisione al tiro sono il viatico al recupero: 36-31. Ingenuità fra le tavole parchettate in salsa statunitense, terza infrazione di Parks con la squadra in bonus, tegola che può scombinare i piani di Dalmasson; tante gite in lunetta da ambo le parti per mandare tutti all’intervallo sul 39-39.

Primo vantaggio ospite con la tripla di Nelson, ma Brooks continua a dominare l’area pitturata con tecnica e fisicità degni di nota; Cavina è costretto a levarlo dal campo per la terza infrazione comminata dalla terna arbitrale. Di Toro è l’anello debole di un terzetto non proprio ispirato, la partita si fa molto fisica (come prevedibile): 43-44. Intensità da play off, tornano i protagonisti del primo tempo, Garri da una parte e Parks dall’altra; esplode lo spicchio biancorosso su un tap in dello stesso Jordan Parks che riporta avanti gli ospiti, il match è un’altalena di emozioni: 53-57, time out Cavina. Ancora tante fischiate (diverse incomprensibili), terza frazione chiusa sul 56-61. Canavesi chirurgo di lusso della truppa giuliana, colpisce con regolarità sugli scarichi, Dalmasson continua a schierare il quintetto “operaio” che ha toccato il massimo vantaggio; sfida a distanza Spissu-Bossi, la tripla del play manda sul +6 Trieste. Marks vede esaudita una preghiera da oltre l’arco con rimbalzo sul ferro e dolce discesa nel cesto, Alma disunita offensivamente con troppi solisti e poca squadra: 63-66 e time out Cavina a 6 minuti dal termine. Non c’è verso, la partita non conosce break decisivi, pur considerando un canestro di Nelson per il +7 ospite; infatti Prandin e Bossi confezionano due sciocchezze in un amen, ma Parks con la bimane su palla recuperata risolve tutto. Anche Spissu si iscrive al club esclusivo dei baciati dagli dei del basket, trovando tre punti d’oro, e il quinto fallo di Jordan Parks; Simoncelli da casa sua per il -2, Marks per il pareggio nella bolgia del PalaFerraris. Bossi ruba dalla spazzatura un canestro, Nelson confeziona tre punti di indicibile importanza, la partita scivola via con la colonna sonora dei rumorosissimi tifosi giuliani: finisce 75-81, pareggio della serie e tavola imbandita per l’inferno del Palatriste.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Pubblicato il maggio 4, 2016 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: