Arrivederci Basketnet, grazie di tutto!

a51d0823183683a17ce8bcfc464a840e_XLUn percorso, un ciclo, a prescindere dal tracciato, giunge sempre al capolinea. Ed io, dopo aver marciato con una immeritata carica di Direttore sulle spalle, sento l’esigenza di pormi una linea del traguardo (fine maggio 2016 ndr.), di chiudere, alle mie condizioni, una grandissima avventura.

Perché? Semplice, perché penso che un triennio (quasi) sia il ciclo di “vita” professionale utile per non subire condizionamenti o inconsciamente prendere strade tracciate da altri; dal primo giorno d’insediamento ho chiesto una sola condizione al mio editore Enrico Petrucci: “libertà”, quella parola sempre più complessa da coniugare in ambito giornalistico, ma che è la conditio per dare un servizio ONESTO. Sì, ho la presunzione di dire che sono stato onesto con voi, perché, come disse il grande Indro Montanelli, l’unico vero padrone del giornalista è il lettore, senza nome.
Ho fatto incazzare qualcuno in questi tre anni? Bene, ho fatto il mio mestiere.
Questi tre anni mi hanno restituito un rapporto con l’editore inimmaginabile: Enrico Petrucci, oltre a darmi la libertà richiesta, mi ha supportato nei momenti complessi, mi ha stimolato intellettualmente, animato da quel “sacro fuoco” che condividiamo. Il mio successore avrà una gran fortuna nel collaborare con Petrucci, capirà quanto la gestione di Basketnet.it sotto la sua egida sia il massimo che possa pretendere un Direttore.
Non posso non ringraziare tutti gli insostituibili collaboratori, figure decisive e discrete nel operare a servizio del secondo sito nazionale di pallacanestro; il loro lavoro ha avuto la professionalità e il rispetto della materia trattata, hanno manipolato con cura un manufatto che ha elevato il prodotto finale. A loro il mio sincero in bocca al lupo per il futuro e l’auspicio di continuare su questa strada.
Ringrazio anche la marea di addetti ai lavori che ho incontrato nel mio percorso; non li cito perché rischierei di dimenticarne qualcuno, ma posso solo dire che grazie a loro ho arricchito la mia conoscenza, esponenzialmente.
Posto che a qualcuno interessi la cosa… cosa farò adesso? Non lo so, resto un po’ alla finestra, scrivendo miei pensieri sul blog personale www.cinquealto.com che, per l’occasione, allargherà il raggio a livello nazionale ed internazionale (e non solo triestino). La prossima tappa mi vedrà presente in un luogo “X”, chissà dove, in cui la pallacanestro potrà essere discussa sempre liberamente, con la passione crescente e la professionalità adeguata (spero).
In realtà chiudo una parentesi lunga 12 lunghi anni con Basketnet, prima come corrispondente e poi come Direttore, una vita fra due canestri e anche… tante maldicenze preconcette. Continuo e continuerò a considerare questa testata il più importante “stimolatore” italiano di pallacanestro, nel bene o nel male, quel contenitore di opinioni e provocazioni che rendono più saporito il modo di dibattere lo sport.
Un ultimo pensiero a VOI; mi avete viziato, mi avete fatto credere che poteva avere un senso quello che scrivevo, lasciatemi anche in futuro questa illusione…

Con affetto,

Raffaele Baldini

Pubblicato il maggio 9, 2016 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: