Annunci

Analisi post Ravenna

cittadiniNiente teatrini calcistici, niente dietrologie

Immagino il primo pensiero del post partita: se avessimo avuto Parks, l’avremmo vinta. Vi prego risparmiatemi questa dietrologia di stampo calciofilo, un pensiero che ha lo stesso peso specifico del “se mia nonna avesse le ruote…”. Nessuno meglio del medico e dello staff tecnico può determinare il possibile utilizzo di un giocatore infortunato, e nessun allenatore è così “tafazziano” da privarsi di un top player alla vigilia di una sfida decisiva. E dirò di più, il rendimento del manipolo di cestisti restanti nelle rotazioni ha avuto un lodevole riscontro proprio perché mancava jordanone, e questo non fa che accrescere la struttura di ogni singolo protagonista in vista della post season. Come a dire che non tutto il male vien per nuocere.

Con Marks vinci le partite che contano, con Green vinci più partite

Parallelismi improvvidi, competenze diverse fra americani di categoria: Derrick Michael Marks e Javonte Damar Green. Più esperto il primo, più atletico il secondo, ambedue dannatamente incidenti nelle proprie squadre di club. La partita che li ha visti di fronte però lascia un pensiero forte: con Marks vinci le partite che contano, con Green vinci più partite. Perché traggo queste conclusioni? La point-guard ravennate, sin dai tempi di Tortona (e Trieste lo sa bene), ha sempre avuto la capacità di accendere il motore quando contava e di mettere tiri decisivi; può stare in silenzio per trenta minuti, come sabato sera, e poi chiudere emotivamente il match con quella tripla dalla rimessa a due secondi dal termine dell’azione. Javonte invece è la completezza che sta forgiandosi nel tempo, bilanciata da una dose di intelligenza insospettabile in un ragazzo così giovane, leggermente spersonalizzata quando ha l’obbligo di salire in cattedra. Questione di tempo…

Chi di panchina lunga ferisce…

Alle volte una sconfitta maturata con le caratteristiche che hanno fatto del gruppo di coach Dalmasson una squadra vincente aiuta a capire il valore aggiunto di una macchina che viaggia a tutti cilindri. Forse per la prima volta in tanti anni l’Alma è stata costretta a ruotare 7 giocatori e mezzo, spremendoli come nella miglior versione anni ’80, cercando di regalare qualche minuto di fiato utile a mantenere la lucidità più a lungo. Alla fine la coperta corta è diventata filo interdentale, alcuni giocatori come Da Ros, Green e Cittadini in preda alle visioni mistiche, e la lucidità che diventa una chimera. Chiumenti e soci, senza far nulla di trascendentale ma sfruttando la maggiore energia rimasta, portano a casa una partita molto importante e un confronto diretto ancor più utile in proiezione. Ci sarebbe in realtà un modo per “riposare” tatticamente i giocatori, utilizzando la “zona”, quindi inutile parlarne…

Peccato perché lassù…

Se la sconfitta di Ravenna DEVE rappresentare una sconfitta preventivabile e senza particolari strascichi, quello che inevitabilmente genera rammarico è il fatto che lì davanti tutte fanno fatica. Treviso costringe la Segafredo Bologna alla quarta sconfitta di file (con Lawson fuori 15-20 giorni ndr.), e la stessa compagine allenata da Pillastrini non gode di buona salute (Decosey a zero minuti di utilizzo); si, avete capito bene, dando un’accelerata in queste partite si poteva tranquillamente ambire al primo posto e, se la “fortuna” come la chiama qualcuno, vuoterà l’infermeria, non è detto che non lo si possa conquistare nelle prossime domeniche, partendo proprio da Forlì.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il febbraio 12, 2017 su BASKET TRIESTINO, HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: