Tifosi in mobilitazione per raggiungere Verona sabato sera

Sale la febbre per Verona, tifosi e stampa al gran completo

tifoEra nell’aria, il giorno 29 è un assist ideale, le vittorie contro Veroli e Trento il propellente decisivo, il teatro del PalaOlimpia luogo di livello; ecco che l’attesa sfida fra le gemellate Trieste e Verona porta in dote grande appeal nell’ambiente giuliano. A partire dalla tifoseria organizzata che sta allestendo un pullman, praticamente esaurito, e diverse macchine al seguito, fino alla stampa, al completo per testimoniare un gran match di Legadue.

La partita avrà gli stessi connotati della sfida con Trento, il rischio post panettone è sempre alto (seppure ricade su entrambe le formazioni), il peso psicologico leggermente pendente su Verona che deve rincorrere in classifica, ma soprattutto vendicare gli ultimi rovesci con Scafati e Casale. La chiave di volta del campionato di Verona che per ora non rispetta le aspettative della vigilia sta non certo in una ottima organizzazione difensiva (69,4 punti subiti a partita), bensì in un attacco che non sta esprimendo tutto il potenziale a disposizione; coach Ramagli parla di “cazzate nei momenti topici”, e questo ben inquadra uno stato d’animo non sereno in casa scaligera; su questo Trieste dovrà giocare la propria partita, mettere a nudo ingenuità altrui senza scatenare la rabbia agonistica che le recenti uscite hanno provocato in Boscagin e soci. L’impressione è che la Tezenis è capace di prendere fuoco in un amen, in Coppa Italia, con squadra ancora rabberciata e senza Charlie Westbrook, ha fatto vedere ad inizio gara tanta roba per gli anticorpi triestini. Verona ha una squadra più strutturata di quella di coach Dalmasson, il momento attuale però e l’entusiasmo dirompente della truppa acegatina potrebbe bilanciare il gap, a patto che non ci sia la rilassatezza “da trasferta”, qualche volta palesata in tempi di serenità (leggi due punti non obbligati da conquistare) da Carra e soci.

Tornando al discorso ambientale, il PalaOlimpia pensiamo che possa garantire numericamente e come calore un buon impatto sabato sera, pur considerando che da Trieste mai come in questi giorni si è mossa autonomamente la macchina organizzativa per raggiungere in ogni modo la città di “Giulietta e Romeo”; ecco, da questo punto di vista, la Pallacanestro Trieste 2004 può essere veramente soddisfatta, una cornice importante contro Trento nell’uscita pre-natalizia e ora, senza aiuti di nessun genere economici, tanta gente pronta a sobbarcarsi la trasferta per far sentire il proprio calore alla squadra.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il dicembre 27, 2012 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: