Acegas Trieste a Forli, derby delle orgogliose

Roderick c’e’, Trieste crede ancora nel sogno play off

dioSempre piu’ una giostra questa Legadue, fatta di situazioni in divenire (quasi sempre tradotte in problemi societari) ed esempi di puro orgoglio professionale: ecco voi il derby della summa di quanto anticipato, Forli e Trieste, due societa’ che hanno dovuto “potare” alcuni rami della pianta per non vedere marcire in seguito le radici, ancora alle prese con situazioni irrisolte anche se in via di schiarita (vedi la questione Roderick), dannatamente ancorate al sogno play off a portata di mano, un po’ piu’ per la Gamberi essendo 2 punti avanti ai giuliani. Comun denominatore di entrambe l’incredibile reazione riversata sulle tavole parchettate alle continue stilettate destabilizzanti provenienti dall’esterno, tanto che addirittura, nel caso della squadra di coach Sandro Dell’Agnello (un po’ improvvidamente criticato ad inizio stagione), sono migliorati i numeri nel post addio a Todic. Anche l’Acegas di Dalmasson ha espresso orgoglio e buon basket, l’ecatombe che ha dimezzato il roster con imbarazzante cadenza da aver fuori uso nel match interno contro Capo d’Orlando Gandini, Fall, Coronica, e poi Urbani e Mastrangelo, non ha sfiancato le resistenze degli imberbi giovani e dei “senatori” Filloy, Carra e Mescheriakov.

Ora appunto di scena lo scontro fra simili realta’, con i favori del pronostico ovviamente a carico di Musso e soci, ma una partita molto difficile da interpretare per Dell’Agnello, essendo poco individuabili i punti di riferimento in casa Trieste; in terra forlivese sara’ presente anche una rappresentanza del tifo della Curva Nord, animata dallo spirito di fratellanza con i tifosi Fulgor e da una spontanea forma di riconoscenza negli attuali protagonisti in canotta biancorossa.

Per il resto le settimane a venire saranno certamente monopolizzate dalla questione giovanili, argomento che terra’ banco a lungo, con diversi tentativi di conciliazione per evitare di disperdere un patrimonio cittadino coltivato per 4 anni; non e’ un caso infatti che la Fondazione Crt nella persona del dott. Santangelo ha voluto sentire i vertici dell’Azzurra per capire la questioni della rottura; staremo a vedere nel prosieguo, intanto c’e’ una partita da giocare, di grande importanza, al PalaCredito di Forli.

 

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il marzo 16, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: