Si scaldano i motori per Trieste-Ferentino, una partita diversa dalle altre

Arriva una squadra tutta italiana, anzi no

10796171804_73da3b83cb_qSembrava che la FMC Ferentino si fosse travestita da Pallacanestro Trieste 2004, denunciando di settimana in settimana defezioni e acciacchi vari; alla fine della ferie il computo finale registra l’assenza certa di Rodney Green, fermo 6-7 settimane per un problema al flessore della coscia destra, e l’esordio di Kyle Johnson, classe ’88, 195 centimetri d’altezza, la scorsa stagione a Montegranaro. Da non dimenticare l’ulteriore sforzo fatto dal Presidente Vittorio Ficchi qualche settimana fa per portare in terra ciociara Luca Garri, lungo ex Trento e Nazionale, tassello decisivo per risollevare la squadra dopo le prime negative uscite di campionato; con lui ed una linea “tricolore” in campo, la squadra ha reso eccome, anche perché rimane il contributo prezioso di giocatori come Guarino, Pierich, Bucci.

Trieste è invece squadra praticamente autoctona che, dovendo soppesare anche la scelta del tipo di pizza post partita, nelle ultime settimane ha dovuto fare di necessità virtù, con Hoover a un quarto di servizio, Diliegro praticamente fuori e i vari Harris e Candussi acciaccati. La calda sfida vissuta in terra siciliana (contro Trapani ndr.) ha però restituito una truppa arrabbiata e con plausibili tempi di recupero utili per presentarsi nuovamente davanti al pubblico amico con credenziali di vittoria. E’ passato un po’ di tempo dal quel dolce sapore di successo, retaggio della partita contro Verona. Le avversarie nella lotta alla salvezza non hanno fatto salti tripli ma è necessario non abbassare la guardia; tradotto, nella concretezza di un campionato dove ancora contano i due punti, battere Ferentino per tornare ad ossigenare testa, polmoni e classifica.

Quindi, questa volta gli alibi saranno in borghese e neanche in panchina, davanti al coach della Nazionale Pianigiani la Pallacanestro Trieste 2004 dovrà tornare a macinare gioco con le caratteristiche che le sono proprie, cioè aggressività e entusiasmo giovanile, sin dal primo minuto; anche perché, il livello più alto della competizione della Adecco Gold, come si è già avuto modo di constatare, non permette rilassamenti neanche per qualche minuto di inizio partita, si rischia di marchiare definitivamente il risultato finale.

Ultima considerazione di tipo “ambientale”: Trieste e Ferentino, senza una logica apparente, nelle ultime stagioni hanno alzato il volume della radio (e anche i toni ndr.), trasformando una sfida di pallacanestro in rivalità piuttosto accesa. Per cui, anche dal punto di vista della tifoseria, il match di domenica pomeriggio non sarà come tutti gli altri, la fredda logica dei numeri e dei due punti in palio sarà il leit motiv fra gli addetti ai lavori, tutto il resto sarà… il fuoco della passione!

Domenica, ore 18.00 PalaTrieste:

PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – FMC FERENTINO

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il novembre 16, 2013 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: