Ruzzier e Tonut da Nazionale, e Trieste conquista due punti salvezza di platino

PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – LIGHTHOUSE TRAPANI 81-74

foto A.Cervia

foto A.Cervia

Una voglia incommensurabile di salvezza regala due punti di platino a Trieste, una di quelle prestazioni garibaldine che mortificano anche piu’ forti avversarie; ne fa le spese la squadra della Lighthouse Trapani, apparsa troppo poco cinica per espugnare un campo caldo come quello del Palatrieste. Quintetto base Pallacanestro Trieste 2004 con Wood, Carra, Coronica, Harris, Diliegro, risponde coach Lardo con Parker, Lowery, Bossi, Rizzitiello e Renzi; pronti via e grande inizio dei siculi, con l’ex Bossi a meritarsi il quintetto e i compagni a supportarlo a dovere: 7-10 con tripla di Lowery. Partita piacevole a vedersi, squadre che non giocano per forza ai 24 secondi, l’equilibrio regna sovrano. Scontati come le tasse i fatidici cambi di difesa repentini ordinati da coach Lardo, ma anche Trieste esibisce una difesa a uomo competente e aggressiva, si arriva rapidamente alla chiusura del primo quarto con Will Harris sugli scudi: 19-16. Tre triple per cominciare il quarto in casa Lighthouse con Baldassarre e Ferrero, impongono una prima accelerata al match, 23-27 e inerzia sensibilmente di marca sicula; momento di grande confusione tecnica, unita a diversi fischi contestati dal Palatrieste, conseguenza logica lo scatto d’orgoglio dei padroni di casa con sorpasso su canestro di Diliegro: 30-28 e time out rapido Lardo. Ottimo impatto di Michele Ruzzier sulle partita, senza forzare ma con letture giuste, segna e fa segnare, Trapani senza la spinta di Lowery e’ piu’ prevedibile; nuovi orrori tecnici da ambo le parti nel finale di seconda frazione, palloni gettati alle ortiche a profusione e poche realizzazioni, Baldassarre e’ tanta silenziosa sostanza ma Ruzzier e’ qualcosa di piu’, Trieste chiude avanti 38-34. Quintetto triestino che deve inventarsi lunghi dove non ci sono (anche perche’ Candussi commette quattro falli in un amen), la difesa di Coronica su Baldassarre e’ azzardo puro, ma l’attacco biancorosso e’ ispirato da Wood: 44-35 su tripla di Harris e time out coach Lardo. Parker entra finalmente in partita con una tripla fuori dai giochi, ed e’ il viatico per un mini-break ospite di 2-8; capitan Carra leva le castagne dal fuoco con cinque punti dal peso specifico indicibile nel momento di difficolta’ dei suoi, Trapani sfrutta bene il bonus andando spesso in lunetta e il quarto si chiude sul 57-49. La partita diventa molto fisica, a tratti gladiatoria, Trieste non puo’ far altro che aggredire all’arma bianca i piu’ strutturati avversari, inizio con break ospite rintuzzato dalla tripla di uno splendido Stefano Tonut: 62-53. Nuova saga delle follie cestistiche, Lowery sbaglia una schiacciata da solo (nel basket i segnali di questo tipo fanno sentenza), i giuliani perdono palloni da minibasket, e’ la follia di una sfida indecifrabile: 62-57 a 5’30” dal termine; sfacciataggine giovanile contro esperienza sicula, tutti qui i minuti che decidono il match. “Ruzzier-to-Tonut”, spettacolare giocata dei neo convocati in Nazionale, e una tripla che porta a +8 i triestini; impossibile sputare sentenze in una partita isterica, canestro dalla “spazzatura” di Lowery e palla persa conseguente di Wood e soci. Harris inchioda Lowery al vetro, ed e’ forse la giocata della partita: gli infiniti viaggi in lunetta tattici muovono il tabellone ma non la padrona sui quaranta minuti, vince Trieste per 81-74 e punti pesantissimi in cascina in chiave salvezza per gli uomini di Dalmasson, che “festeggiano” indirettamente i rovesci casalinghi di Forli e Jesi, mentre Trapani torna in Sicilia con un’occasione play off persa.

 

Il migliore: Michele RUZZIER e Stefano TONUT (Pallacanestro Trieste 2004)

Messi sul banco degli imputati per prestazioni non all’altezza, nella serata vincente contro Trapani ricamano un quadro daliniano; estro, esuberanza atletica e straordinario impatto hanno piegato le resistenze avversarie. La giocata nell’ultimo quarto, con assist smarcante di Michele Ruzzier per tripla di Tonut, e’ il manifesto di una convocazione in Nazionale. Rinati.

 

Il peggiore: Luca IANES (Lighthouse Trapani)

Quasi 10 minuti di impalpabilita’. Non pervenuto in quel di Trieste.

 

Arbitri: i sig.ri MORETTI, PEPPONI, BIASINI voto 5/6

Un po’ confusionari e poco in sintonia i tre fischietti visti al Palatrieste; alcuni macro-errori (non decisivi) hanno sporcato verso l’insufficienza la loro prestazione. Rivedibili.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il febbraio 16, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: