Gelicidio biancorosso a Barcellona: -42!

gelicidioVisto che succede a fare i bulletti di provincia a casa del più grande e grosso? Si rimedia una scoppola che rappresenta, a mia memoria, l’unica vera disfatta dalle macro proporzioni dell’era Dalmasson. Lo schiaccione di Young nei primi secondi di partita, è stato il preludio a una prova di forza sicula senza attenuanti, la “brutta figura” che citavo nel preview del match in caso di atteggiamento morbido.

Forse non è neanche l’atteggiamento presuntuoso ad aver prodotto la sconfitta nell’isola, forse è solo quella “maledetta” quiete d’appagamento che, in un roster limitato tecnicamente e giovane, funge da freno alla macchina da guerra costruita per il rush finale. E’ anche vero che intimamente coach Dalmasson avrà solo un sottile ghigno di soddisfazione nell’uscire dal PalAlberti: uno “schiaffone” di questa proporzioni è la miglior medicina settimanale per affrontare il doppio match casalingo (decisivo ndr.) contro Capo d’Orlando e Napoli. Si, perché se il risultato domenicale dalla terra piemontese, accarezza benevolo le teste chine dei giocatori triestini registrando una disfatta epica di Jesi in quel di Biella (112-70 con Voskuil da “quarantello”), la vittoria di Forlì netta contro Imola (86-58) e la prossima partita di Saccaggi e soci in casa contro Casale Monferrato, non lascia del tutto tranquilli per il futuro prossimo.

Servono questi due benedetti punti, prima possibile onde evitare pericolose spirali negative e ripercussioni sulla psiche, il PalaTrieste potrebbe diventare il miglior alleato (come lo è sempre stato nei momenti difficili) per generare forze nuove, anche se di fronte ci sono oggettivamente compagini di maggior caratura, Napoli compresa. La tranquillità però non risiede nel caldo tepore delle mura di casa, non risiede nel ritrovare gli schemi o la mano giusta, bensì nel carattere che questo gruppo ha palesato lungo tutto l’arco della stagione, mai arrendevole e piuttosto aggressivo dopo le sconfitte.

Per cui, vittorie e sconfitte sono parte del gioco e dell’imponderabile, sulla voglia di rivalsa di Wood e soci son già pronto a scommettere il classico euro.

Domani è un altro giorno….

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il marzo 17, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: