Il Poz, Capo d’Orlando e punti salvezza…delirio di emozioni domenica al Palatrieste

Come ti arricchisco la domenica cestistica: Poz, Basile, Soragna e Capo d’Orlando

8255160778_5f88d2d72aLa sensazione è che domenica arriva lo spettacolo atteso tutta la stagione, il cast è troppo di livello per non prenotare un posto in prima fila: il ritorno del Poz (e di David Sussi ndr.), uno che anche quando dorme fa tendenza, uno che cattura l’attenzione del popolo di appassionati ogni secondo della propria esistenza; due “mostri sacri” come Gianluca Basile e Matteo Soragna, cestisti che non hanno bisogno di presentazioni, ma solo di essere visti per il loro saperci fare con un pallone da basket fra le mani. Poi la squadra intera di Capo d’Orlando, orfana purtroppo dell’amato ex Andrea Benevelli, alle prese con un problema fastidioso all’adduttore, con i talenti Portannese e Laquintana, con il “vicino di casa” Nicevic (lungo molto tecnico di vecchia scuola), la fisicità di Rudy Valenti e….ah si, mancava solamente la coppia di americani: Mays e Archie, come se avessi detto niente!

Insomma tanta carne al fuoco, spettacolo assicurato che, se abbinato alla consueta versione casalinga della Pallacanestro Trieste 2004, grintosa e mai doma, potrebbe generare materiale pirotecnico per una domenica tutta di vivere sotto le volte del Palatrieste.

Non bastasse il menù, cosa di meglio di una posta in palio elevatissima?

Capo d’Orlando a quota 34 si trova stretta fra la morsa della battistrada Trento (36) e le inseguitrici con il fiato sul collo a quota 32, cioè Biella, Verona e Torino; una sconfitta in quel di Trieste svilirebbe una rimonta possibile al primo posto (e il vantaggio casalingo nei play off nella partita decisiva), e risucchierebbe la società del Presidente Enzo Sindoni nel macro gruppo di 4/ 5 pretendenti (aggiungendo anche Barcellona). I giuliani invece hanno la salvezza da prendere a piene mani, proprio quei due punti in palio domenica che potrebbero far volare l’ambiente e respirare a pieni polmoni dopo un’annata difficile; non è pensabile, nella testa di giocatori vincenti, soffermarsi anche un solo secondo sulle vicende drammatiche che stanno coinvolgendo Napoli (ma va?) per speculare su disgrazie altrui in funzione di benefici propri, soprattutto dopo una imbarazzante uscita in quel di Barcellona. Trieste merita la salvezza per quello che ha fatto vedere durante l’anno, ma nulla viene spedito via posta o regalato senza sforzi.

Domenica sarà anche l’occasione di ri-gustarsi durante l’intervallo il “shooting-contest” con tiro da metà campo (Gianluca Basile necessariamente esente), e la vendita delle magliette “Three-e-ste” con Diliegro-Harris-Wood in bella mostra.

Anche il più tiepido appassionato può convincersi del programma domenicale di pallacanestro, una sfida fra la Pallacanestro Trieste e l’Upea di Capo d’Orlando che merita di essere vissuta e raccontata; poi, si trarranno le somme con risultati alla mano, anche delle rivali, intanto…show-time!

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il marzo 21, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: