L’editoriale di Basketnet.it: Armani Jeans Milano…uber alles!

Armani Jeans Milano…über alles

http://www.basketnet.it/it/armani-jeans-milano-ber-alles/258739

LangfordNon vuole certo essere un acrobatico salto sul carro del vincitore, per due buoni motivi: 1. Non c’e’ ancora nessun vincitore, al di là di insane previsioni, materiale per scaramantici 2. Il carro, come mezzo di trasporto, non si confà ad uno stilista di gusto; per cui, la due posti elegante e sportiva non e’ atta a contenere il ritrovato entusiasmo pro Armani Jeans.

L’antipatia verso l’opulenta Milano ha l’apogeo nelle Final8 di Coppa Italia, un moto di cinica soddisfazione lungo lo stivale per l’uscita di scena, un pruriginoso fastidio per i favoriti,  come fu per anni con Siena; già, la più forte che irretisce e’ un canovaccio piuttosto comune, il mito poi della Cenerentola al gran ballo del Forum ha ancor più alimentato l’ “ondata bolscevica” spingendo Sassari alla vittoria. Ci sta, come potrebbe starci una logica simile per la conquista dello scudetto, da tutti ormai assegnato alla squadra allenata da coach Banchi, prima ancora di giocare il primo turno di play off.

Lavati dal peccato originale di sostenere la più ricca, la più forte, la più griffata delle squadre di pallacanestro italiane, in Eurolega il concetto cambia ed e’ giusto alzare forte il grido di sostegno all’Armani Jeans Milano!

Perchè?

Prima di tutto perchè l’eventuale entrata nelle magnifiche 4 d’Europa darebbe una gran spinta al movimento, in uno stato di come reversibile; il ritorno di un’italiana alle Final4, giocate fra l’altro in casa, riaccenderebbe i fari su una pallacanestro italiana dimenticata dai media.

Perchè Livio Proli, Flavio Portaluppi e la dirigenza hanno confezionato un progetto credibile, incastonando perfettamente talento nostrano (vedi i vari Hackett, Gentile, Melli, ecc.), in un organico straniero di livello; il miglior modo in pratica di preservare l’italianità della squadra (nell’accezione più conservativa e meno sciovinista del termine), innalzando il valore degli stessi.

Tifare Milano perchè e’ una squadra che ha saputo soffrire, che ha costruito fra insulti ultras e pugni nello stomaco come il canestro di Planinic il proprio carattere, forgiandolo settimanalmente.

Spingere l’Armani Jeans perchè e’ tanto che non si gode per una vittoria tricolore nella massima competizione europea.

Poi, per la proprietà transitiva, l’Armani Jeans Milano in Eurolega, può essere considerata la Cenerentola del lotto delle pretendenti (qualsiasi esse siano) come fu Sassari in Coppa Italia, quindi fisiologicamente dovrebbe attrarre simpatia…

Certo, che in ambiente milanese ogni proiezione ottimistica rischia di diventare un boomerang. Il basso profilo predicato da coach Banchi va tutto in questa direzione: la scorpacciata contro il Barcellona può risultare il piu’ indigesto pasto se lo si esalta oltre modo, il filotto in Europa l’arma di “distrazione di massa” per la serie con il Maccabi, lo strapotere italico la sirena fuorviante. Più Milano sarà brava a preservare la “fame” da provinciale, più il sogno potrebbe concretizzarsi, naturalmente confidando nei buoni rapporti con gli dei del basket, disattenti sugli infortuni occorsi a Langford e Gentile.

La chiave per le Fina4? indubbiamente gara 1 contro il Maccabi….

Raffaele Baldini

Pubblicato il aprile 8, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: