-4, Trieste-Forlì sarà sfida….d’ambiente!

Si gioca a pallacanestro anche per queste sfide, a prescindere

curvaHai voluto la bicicletta? Ora pedala. Qualsiasi giocatore di pallacanestro, a cui circoli qualcosa di tiepido nelle vene, fatica e si allena una vita per vivere partite del genere. “Do or die” dicono negli States, un match senza ritorno per la permanenza in Adecco Gold.

Qualcuno potrebbe correttamente puntualizzare il fatto che la Pallacanestro Trieste 2004 ha due match-point in realtà, potrebbe perdere domenica e giocarsi tutto in quel di Casale Monferrato; siamo convinti però che una botta emotiva come il tracollo casalingo nella partita della stagione, stroncherebbe un toro, a tal punto da non riuscire a reggere il riscaldamento in terra piemontese.

Non si è parlato ancora, ma è anche la sfida fratricida fra due tifoserie gemellate: Trieste e Forlì hanno consolidato un’amicizia ancora tanti anni fa, crescendola nel tempo pur con diversi chilometri di distanza e spesso categorie differenti. Sarà una partita particolare anche per loro, 40 e più minuti per dare tutto sulle tribune incitando i propri beniamini, per poi ritrovarsi fuori dal Palatrieste affogando nel mangiare e bere, gioie e dolori. Destino vuole che proprio questa settimana uno dei tifosi più caldi della curva triestina, Giovannino, avrebbe compiuto 31 anni….appunto, il condizionale è maledettamente d’obbligo per una vita strappata troppo presto, una vita che potrà tornare ad appassionarsi da lassù, nella partita che conta.

Inutile parlare di presenti ed assenti nei roster (i giuliani dovrebbero recuperare Francesco Candussi), perchè i giorni sono ancora tanti che dividono Trieste e Forlì dallo scontro diretto; tatticamente anche diventa superfluo dire che le due squadre si conoscono a memoria, conoscono vicendevolmente pregi e difetti…come dire che la differenza la faranno fattori che esulano da discorsi tecnico-tattici. Chi reggerà meglio la tensione, chi avrà più benzina e chi incanalerà il match sui binari voluti avrà una discreta ipoteca sul risultato finale.

All’andata fu un selvaggio incontro, isterico nell’andamento ed emozionante nell’esito; il calore del PalaCredito di Romagna scatenò Saccaggi e soci in un secondo tempo alla garibaldina, un marchio di fabbrica portato avanti per tutta la stagione. Difficile prevedere un canovaccio simile, difficile ipotizzare il punto a punto finale; a mio parere, qualsiasi delle due contendenti che subisse un parziale, anche minimo, nella quarta frazione, farebbe fatica emotivamente a recuperare in quello stato d’animo e in quel clima.

Da quanto sopra si evince che sarà soprattutto una guerra di nervi, una guerra d’ “ambiente”. Non a caso le società stanno facendo di tutto per agevolare i propri tifosi in vista di domenica: la Fulgor, a chiunque raggiungesse il capoluogo giuliano, farà omaggio di due biglietti in tribuna numerata a soli 2 euro per l’ultima fatica contro Brescia, la Pallacanestro Trieste 2004 invece darà la possibilità agli abbonati di portare due amici al Palatrieste, al prezzo scontato del 50%.

Qualche triestino accorto addirittura cerca di proiettarsi con il meteo a domenica, viste le “sirene” barcolane e carsoline in agguato, e da questo punto di vista la perturbazione in arrivo verso il fine settimana garantisce possibile presenza anche da parte dei più tiepidi baskettari.

-4…..

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il aprile 9, 2014 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: