Nessuno osi… applausi per tutti!

tifosiNessuno tocchi questi ragazzi!

Scoramento, dispiacere, la sensazione di aver perso un’occasione unica, i sentimenti dopo i quaranta minuti giocati a Mantova non possono che essere a tinte scure. Possiamo vedere il bicchiere mezzo pieno considerando che l’accesso ai play off passa ancora per le nostre mani (se Trieste vince le due restanti, è fatta), possiamo bere l’amaro calice dell’ingiusta eredità di un campionato falsato, potremmo vederlo vuoto questo bicchiere nel considerare una vittoria a Ferentino missione impossibile.

Al PalaBam, serenamente, non ha funzionato niente. Dico “serenamente” perché può capitare: tensione, uno dei due terminali principali (Tonut ndr.) marcato alla perfezione da Gaddefors, serata asfittica offensivamente e un solo colpo di reni nel finale. Giocare con la roulette russa degli ultimi colpi disperati può andare bene una, due, quattro volte (due canestri di Carra e due di Grayson), non certo sempre. Nella “porno-pallacanestro” espressa dalle due squadre per quasi tutto il match, la costanza è rappresentata da Murphy Holloway al suo meglio: dominante in area pitturata, esplosivo a rimbalzo, verticale nelle stoppate… soprattutto alcuni tuffi sul parquet che gli fanno onore. Il ragazzone dopo la lavata di capo è stato esemplare.

Che il risultato delle ultime due uscite però non generi il benchè minimo istinto colpevolista; neanche nell’anticamera del cervello deve albergare nel competente tifoso triestino l’idea che i ragazzi di Dalmasson siano rei di qualcosa. Questa squadra ha generato entusiasmo, ha fatto appassionare, regalando un viaggio di speranza in quel di Mantova per raggiungere un posto play off. Non è ancora finita, ma a prescindere non sposta di una virgola il concetto di base. Contro Jesi per l’ultima uscita casalinga è OBBLIGO morale presenziare per esternare tutta la stima ad un gruppo di uomini che hanno rappresentato degnamente la città e la tradizione cestistica. Una virtuale (sarebbe bello anche reale ndr.) standing ovation che ripercorra un cammino virtuoso nella seconda serie nazionale.

Sarà l’ultima o sarà un arrivederci alla post-season, chissà, intanto… applausi e basta!

Una commovente dimostrazione di affetto

Ad un’ora e mezza dall’inizio della sfida, il piazzale antistante il PalaBam era una specie di ritrovo fra giuliani sparsi lungo lo stivale. Tutti arrivati con mezzi propri, tutti sobbarcandosi una trasferta non certo corta, pagando di tasca propria, e magari stemperando la tensione in un salutare giro fra le vie della bella cittadina lombarda, fra sbrisolone e salumi dal gusto unico.

Poi il rigurgito di passione, il pellegrinaggio verso il luogo di culto (palazzetto) di molto adepti, l’assembramento dietro la panchina triestina, per “coprire le spalle” ai propri beniamini. A dieci minuti dalla palla a due l’ingresso di un’ulteriore gruppone di tifosi più caldi, allo sventolio di bandiere e cori d’incitamento, anche con il fattivo supporto dei gemellati veronesi.

L’ampio spicchio biancorosso (di fede giuliana) tracima di entusiasmo e calore, un moto perpetuo che non si stempererà neanche dopo il quarantesimo minuto.

Sarà romantico, forse esagerato, ma pensare che tutta questa gente abbia sacrificato parte della loro esistenza e del loro portafoglio per una passione, riconcilia con lo sport. Ribadisco come ogni volto presente, ogni orecchio attaccato alla radio, è tesoro inestimabile per Trieste. Siamo nell’immediata vigilia di un periodo che nuovamente farà camminare la Pallacanestro Trieste 2004 sul sottilissimo filo dell’esistenza in A2; vediamo di portare a compimento l’ennesimo sforzo d’equilibrismo profuso, in nome di chi ha vinto a prescindere.

Raffaele Baldini

Pubblicato il aprile 5, 2015 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: