Se Nelson gioca come…la “battaglia” sui social, alla ricerca di un lungo?

DSC_7962Se Roberto Nelson gioca come…

Come ha giocato Roberto Nelson? Esattamente come Hristo Zahariev. Proteso a servire i compagni, poco presente nei momenti caldi e diligente esecutore di buone giocate cestistiche. E’ normale all’esordio, con pochi giorni di conoscenza reciproca, purchè non diventi un vizio. Si, perché tutta l’operazione ha come primo motivo fondante il rendimento non soddisfacente del bulgaro, incline a sparire quando il pallone pesava e ondivago a livello realizzativo. Se da un lato è la personalità del giocatore a creare i presupposti per gestire giocate importanti, il resto lo deve fare lo staff tecnico; perché troppo spesso in questa stagione i secondi finali di azioni dall’alto peso specifico sono finite nelle mani sbagliate o, per esser più corretti, nelle mani meno “abituate”.

Quei raddoppi lenti

L’idea dei raddoppi sistematici sugli esterni imolesi aveva diritto di cittadinanza, ma anche una grossa controindicazione al lato pratico: se vengono effettuati con il “timing” sbagliato, sono un suicidio assistito, difensivamente parlando. Il lungo di turno quindi, con mezzo passo di ritardo, ha portato la conseguente comoda circolazione di palla avversaria, trovando il terminale  più opportuno con metri di spazio a disposizione per scoccare il tiro, spesso a segno in una ispirata stagione.

Sconfitta, critiche… e sui social si scatena l’inferno

Una sconfitta fra le tante, neanche troppo pesante e prevedibile nel pronostico. Eppure doveva esserci qualcosa nell’aria per scatenare una sorta di sfida a distanza fra il partito dei colpevolisti e quello dei portatori sani di benevolenza. Chi accusa il rendimento sotto tono di Pecile o Landi, chi la scelta di lasciare Bossi troppo in panchina, chi ancora a puntare il dito sulla fragilità difensiva da trasferta. Dalla parte opposta i razionali, quelli che non distolgono per un secondo il pensiero dal primo obiettivo della stagione, salvarsi. Personalmente non mi schiero né da una parte né dall’altra, anche perché penso che in queste diatribe la verità stia spesso nel mezzo. Voglio solo concentrare l’attenzione su un aspetto, spesso equivoco: le critiche non devono per forza avere un’accezione negativa. Vengono esternate perché si ha grande considerazione del soggetto interessato, perché istintivamente si vorrebbe lanciare un messaggio costruttivo (seppure duro), perché sono il miglior antidoto all’indifferenza. E quella si che è negativa… tanto negativa.

La strana coppia: Baldasso-Parks

Una sola cosa in comune: la giovanissima età. Per il resto due giocatori agli antipodi che hanno espresso la miglior versione cestistica dell’Alma da trasferta. Lorenzo Baldasso ha giocato la consueta partita “incosciente”, senza farsi condizionare da minutaggi o rischi di sbagliare; di ottima fattura alcune giocate, sintomo di un’ottima tecnica preparatoria, come si confà ai tiratori. Jordan Parks sta acquisendo costanza e produttività; sempre incidente nella presenza sul parquet, è stato limitato solo dalla terna arbitrale. Di certo queste prestazioni sono il miglior viatico alla possibile riconferma (il ragazzo ha due anni di contratto), anche in funzione di margini di miglioramento notevoli.

Alla ricerca di un lungo?

L’autorevole Spicchi d’Arancia paventa una possibile ultima mossa sul mercato da parte della società: si parla dell’uscita di Matteo Canavesi, in evidente diminuzione di minutaggio, con un sostituto maggiormente utile in area pitturata. Staremo a vedere…

Raffaele Baldini

Pubblicato il gennaio 26, 2016 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: