Il “santo” patrono, la polemica arbitrale e quel settore ospiti…

ang_3384Andrea Coronica, il simbolo di un’identità

Se fossimo in un paesino del sud, l’immagine di Andrea Coronica sarebbe portata lungo le strade cittadine per la santificazione di un simbolo cittadino. Il triestino impersonifica la “garra” che differenzia un giocatore qualunque da uno spirito vincente; e lo spirito vincente non è quello che vince le partite, ma quello che non deve rimpiangere nulla dopo aver disputato una partita di pallacanestro. Ed è giusto che sia capitano, non occorre essere quarantenni o fenomeni tecnici per trasmettere il primo comandamento della pallacanestro: il “sacro fuoco”.

Scelte: io in coach Martino avrei azzardato…

Ha ragione il coach Antino Martino quando parla dell’imponderabile dei minuti finali; un pallone che entra o esce, una situazione assurda che diventa la giocata della partita, qualche fischio preteso ma non arrivato, e la storia del match cambia. Ma se c’è una situazione tattica che Trieste ha patito più di ogni altra è quella relativa al play Sabatini; con le sue penetrazioni la prima linea difensiva è stata regolarmente battuta, il sovrannumero con scarichi competenti non ha fatto altro che produrre punti facili in continuità (vedi lo score di Smith); a questo punto, al di là che di norma gli ultimi tre minuti sono per il quintetto affidabile, non era più giusto dar coerenza a quanto visto nei quaranta minuti cavalcando il giovane regista?

La polemica arbitrale

Mi fa sempre un certo effetto quando un allenatore si lancia in ossimori evidenti: “non abbiamo perso per colpa degli arbitri, ma alcuni fischi non comminati a Trieste palesemente ci hanno sfavorito, come a Bologna.” Dunque, usciamo dal labirinto lessicale e addentriamoci nel contesto: è difficile pensare che ci sia stata disparità di trattamento quando una squadra tira 32 liberi (e non è Trieste ndr.) rispetto ai 17 avversari. E, ad aggiungere un ulteriore elemento a suffragio della tesi contraria al coach ravennate, il fatto che in un match di quella intensità, la differenza delle gite in lunetta non sembra troppo coerente.

Un canestro, e cambia tutto

Vi rendete conto che cosa è la pallacanestro? Un’azione in cui si è andati vicini almeno 4 volte alla palla persa, un tiro scomposto lanciato per aria da Prandin e un velivolo della compagnia “Air-Green” che affonda la palla nel cesto. In pochi secondi si è vissuto un film che poteva avere la cupa decadenza di “Morte a Venezia” ma che poi si trasforma in “Glory Road”. Purtroppo bisogna anche essere più cinici nel giudicare la vittoria dell’Alma: non è stata giocata una bella partita, ancora tanti momenti di attacco farraginoso e difesa a corrente alternata. Ma nell’ultima rappresentazione con Ravenna c’è la riconoscibilità del gruppo di coach Dalmasson, ci sono caratteristiche (seppure sbiadite) note che possono portare una ventata di ottimismo. In più, ve lo posso assicurare, una vittoria del genere carica a pallettoni anche un morto!

Alla terza, si vince una trapunta…

Se anche i placidi spiriti dei tifosi di Ravenna sono riusciti a scatenare il malumore al Palatrieste, allora vuol dire che qualcosa deve essere fatto. Al di là che non occorrerebbe essere dei geni per capire che mettere esponenti del tifo della fazione opposta sotto la Curva Nord triestina non è una gran mossa, resta il fatto che regolarmente si assiste a scene poco edificanti. Ultima non ultima, quella di dover spostare degli abbonati di fede giuliana, per dovere di ospitalità nei confronti dei supporters ospiti. Evitiamo quindi di fare la terza “figura” e che si prendano provvedimenti salutari al normale seguito di una partita di pallacanestro.

 

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Pubblicato il novembre 8, 2016 su BASKET TRIESTINO, HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: