Alma Trieste: analisi post Ancona

imgp3134

Foto di Andrea G. Costa di Basket Universo

C’è modo e modo…

Dal Vangelo secondo il credo cestistico “non è importante se vinci o se perdi, ma è importante come vinci o come perdi”. Per gli atei più passionali (e non parlo degli improperi curvaioli), per i laici tiepidamente appassionati, tutto quanto scritto nelle “sacre scritture” è oggetto di ludibrio e di sbeffeggiamento in pubblica piazza, in nome dei due punti presi. Per chi invece crede nella costruzione di un percorso, quella di Ancona è stata una vittoria…brutta. Brutta perché il “modo” con cui è arrivata non sposta di una virgola quelli che furono i presupposti che portarono alle sconfitte inopinate di Recanati e Matera di un anno fa. Secondariamente perché far segnare 92 punti all’Ambalt è un segnale inquietante di attitudine difensiva nulla, posto che il sig. Reynolds ha pensato bene di autoescludersi per un quarto e quinto fallo di imbarazzante ingenuità. In terzo luogo perché non c’è stata risposta all’accorato appello di coach Dalmasson volto a pretendere un contributo maggiore dalla panchina: tolto il “jolly” Ferraro, solo Baldasso ha contribuito alla causa, il resto…notte fonda. Con questo atteggiamento, in trasferta non si vince più.

Un Ferraro… Rocher nella notte più dolce per Trieste

Massimiliano Ferraro, classe ’98, esce dalla panchina a circa tre minuti dal termine, sintetizzando il mix di frustrazione e volontà di scuotere il gruppo da parte di coach Dalmasson. Freddo, in una partita messa male, con pochi compagni lucidi a cui aggrapparsi in caso di difficoltà; ma lui ha le stimmate giuliane, quelle che continuano a produrre sfacciati giocatori di palla al cesto. Così, un canestro per rompere il ghiaccio, 6 liberi insaccati su altrettanti tentativi con la sola preoccupazione di spostare la frangia prima di scoccare il tiro, e una vittoria che porta il suo marchio. L’abbraccio finale dei compagni, quello a distanza dei tifosi giunti sino ad Ancona, e una città esaltata dietro una radio o lo streaming, ridisegnano ancora una volta quella mappa di giovani virgulti alabardati che onorano una tradizione infinita fra due canestri.

Quelle prestazioni al negativo

Da Ros-Parks, una coppia poco… complementare. Rispettivamente i fatturati di Matteo Da Ros e Jordan Parks in questo inizio di stagione sono sintetizzabili: 4-15, 12-13, 21-5, 2-25, 8-6, 7-17, 12-28, 28-4. Non sono numero del lotto ma rendimenti offensivi (punti ndr.) che decretano con buona approssimazione l’incompatibilità dei due. Che siano giocatori simili per caratteristiche non ci voleva tanto per determinarlo, così come considerare il loro raggio d’azione praticamente identico. E’ però un problema avere due leader offensivi che quasi mai sono riusciti a rendere al massimo in coppia; forse l’arrivo di Cittadini agevolerà una soluzione, abbinando Da Ros con un centro puro come l’ex Brescia, e lavorando per far tornare Giordano come “3” puro; oppure, Parks arma tattica come sesto uomo, spaiandoli e avendo un riequilibrio anche del potenziale fra quintetto e panchina.

Un assist ideale in proiezione Piacenza

Per non far sembrare un’analisi… un necrologio, è giusto dire che una vittoria arrivata con questi crismi è il miglior assist per lavorare questa settimana. Perché? Semplice, l’allenatore ha tutti i motivi per massacrare i giocatori rimarcando una serie di negatività ereditate da Ancona, ben sapendo di sfruttare dall’altra parte uno stato psicologico invidiabile derivante dalla terza vittoria di fila. Quindi non ci sarà pericolo di arrivare alla sfida con Piacenza con la pancia piena, ma con due corroboranti punti in più in classifica che di colpo innalzano attenzione e carica agonistica.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Pubblicato il novembre 21, 2016 su BASKET TRIESTINO, HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: