Annunci

L’orgoglio di Treviglio si abbatte sull’Alma Trieste

20170506_204350_resizedGame 3, l’ultimo appello per la Remer Treviglio per non lasciare il sogno play off, il primo match-ball per l’Alma Trieste. Ambiente caldo al PalaFacchetti, con oltre un centinaio di tifosi giuliani bardati ovviamente di rosso.

Jordan Parks 7 – Treviglio 5, questo è l’inizio spumeggiante per aprire le danze, con tanti contatti proibiti a far capire che sarà una battaglia; area difensiva giuliana terra di conquista per Rossi e soci, ma Trieste c’è offensivamente: 9-13. Due falli per Parks e due per Sorokas, la terna arbitrale indirizza la partita sui binari della fiscalità. Tommaso Marino sente aria di casa e infila due triple (una anche con fallo), è inerzia lombarda sul 20-15 con time out coach Dalmasson. Rotazioni ampie per ambo le squadre, Alma fatica a trovare una logica sui 28 metri e il primo quarto si chiude sul 20-19. Marini mette a nudo tutta la superficialità giuliana in difesa e a rimbalzo, il match conosce un momento, non breve, di dubbio gusto estetico; Simioni gioca il tempo per caricare Dalmasson ad una reprimenda epocale, Remer sempre avanti 29-24. Javonte Green inchioda sulla testa di Sorokas la prima giocata decisa di marca giuliana, il problema è tutto in chiave difensiva, dove Marini abusa della pochezza ospite. Due triple di Bossi animano solo nel punteggio l’Alma, ancora non si vede reale allineamento con i dettami di coach Dalmasson, tanto che Green srotola il tappeto rosso agli avversari in penetrazione. Squadre all’intervallo sul 45-37.

Altro spirito con la ripresa delle ostilità, si rivede la difesa in casa Alma e in un amen Trieste pareggia a quota 45 (parziale di 0-8). Terzo fallo di Green di un’ingenuità enciclopedica, Marini fra gara 1 e gara 3 può mandare un mazzo di fiori al suo diretto marcatore. Cavaliero fa il palio con l’ingenuità di Green facendosi affibbiare un tecnico per spinta a Rossi, Treviglio avanti 50-46. Da Ros con il suo classico movimento riporta in parità le squadre, ma dalla parte opposta Cesana gioca la  miglior partita della serie offensivamente. Tanti liberi anche regalati dagli ospiti alla causa, le locomotive in grigio fischiano a ripetizione e Treviglio ringrazia chiudendo il terzo quarto sul 65-55. Sbiadita versione biancorossa al PalaFacchetti, Cesana e soci fanno quello che vogliono sul parquet, l’allungo a +13 è logica conseguenza. Scorrono i minuti con la frenetica e poco ordinata reazione giuliana; nei quaranta minuti, a parte le primissime battute della terza frazione, non c’è mai stata una presenza mentale degli uomini di Dalmasson. Un assurdo finale, con tripla di Green, riporta clamorosamente l’Alma a -1 a 11 secondi dal termine, con palla ai padroni di casa. Sollazzo fa 2/2 dalla lunetta, Trieste ha due occasioni da oltre l’arco per pareggiare, spente sul ferro. Vince la Remer Treviglio per 81-78 e tutto rimandato a gara 4.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il maggio 6, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: