Annunci

Alma spenta non chiude i conti, Montegranaro sorride e porta tutti a gara 4

daros_2Primo match ball per l’Alma Trieste in terra marchigiana: la squadra di Dalmasson, con Baldasso al posto di Loschi nelle rotazioni, cerca il pass per la semifinale contro una Poderosa Montegranaro conscia di poter allungare la serie dopo la seconda sfida sfuggita di un soffio in terra giuliana.

Laurence Bowers come sempre mette la firma sull’inizio di partita, 0-5 per mandare un messaggio chiaro. Padroni di casa molto perimetrali senza costrutto, alla prima palla sotto canestro Amoroso converte a dovere; secondo prematuro fallo di Mussini, Poderosa più vicina al ferro e match nuovamente in equilibrio: 8-9. Treier da oltre l’arco per il primo vantaggio interno, i 5 punti del ragazzone costringono al time out coach Dalmasson. Sbaglia tanto Trieste pur avendo buoni tiri, dalla difesa una buona reazione giuliana: 15-15. Gioca benissimo Montegranaro senza Amoroso sul parquet, gli extra-pass producono soluzioni piedi per terra ad alta percentuali; terzo quarto chiuso 20-17. Torna Amoroso e tornano le sue letali triple, Alma aggrappata a qualche soluzione di classe dei singoli, Da Ros e Cavaliero su tutti: 23-21. Non va il tiro da tre punto ospite (1/9), la partita va a sprazzi a scapito dello spettacolo, la squadra di Ceccarelli però dal cinismo latente. Incidente di gioco fra Bowers-Amoroso, l’americano rimane a terra ed poi esce dal campo; Federico Mussini si iscrive a referto con una tripla dal rilascio rapidissimo per il nuovo vantaggio Alma 27-28. Fuoco di paglia, la solita coppia di lunghi Powell-Amoroso torna a far male con parziale di 9-2, time out Dalmasson. A rischio deragliamento la compagine ospite si riassesta grazie alla classe di Cavaliero e alla “garra” di Prandin, squadre all’intervallo sul 40-34.

Assalto all’arma bianca ad inizio ripresa, con le due contendenti a giocare sui 28 metri con poca lucidità e molta frenesia; Corbett e Powell dalla seconda rappresentazione sono giocatori determinanti, il tecnico a Bowers la frustrazione di una Trieste spenta. Terzo fallo dello stesso Bowers, uscito mentalmente dopo un fallo non fischiato a proprio favore;  Da Ros con un bel canestro per il -2 su assistenza al bacio di Cavaliero, time out Ceccarelli. Powell devastante, giocatore ispirato e immarcabile per campionario offensivo, così come Corbett; doppia tripla e nuovo +8 Poderosa. Matteo Da Ros unico terminale credibile biancorosso, terzo quarto chiuso 56-50. Alma che non attacca e non difende, Fernandez fa disastri in fase offensiva e la Poderosa allunga senza fare nulla di trascendentale. A Javonte Green suona la sveglia e comincia a giocare spalle a canestro; risultato, punti e riavvicinamento ospite: 64-60. Mussini rianima il gruppo con una tripla, gli arbitri regalano un fallo a favore di Amoroso con quinto fallo di Bowers; è un segnale subliminale di resa, Corbett dalla lunetta regala il vantaggio sicurezza ai padroni di casa. Marchigiani che si complicano la vita un pò negli ultimi secondi, lasciando che l’Alma si porti a -2. Finisce 79-75 con i punti del ghiaccio di Powell, nuovo capitolo del miracolo marchigiano, serie che si allunga e Treviso che si gode la pace avendo eliminato in tre partite Ferrara.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il maggio 18, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: