Trieste non fa piu’ notizia, anche Torino capitola davanti a 4400 spettatori!

Holloway, iradiddio!

Holloway, iradiddio!

PALLACANESTRO TRIESTE 2004 – MANITAL TORINO 73-66

QUINTETTI

Trieste: Grayson, Carra, Tonut, Holloway, Candussi

Torino: Giachetti, Lewis, Miller, Mancinelli, Fantoni

Sfida prandiale di pallacanestro fra Trieste e Torino, due realta’ di diverso spessore ma analoga tradizione cestistica, con una cornice di 4400 spettatori. Parte forte la squadra ospite grazie a buone esecuzioni, prima del ritorno giuliano propiziato da un’ottima difesa: 4-4 dopo 4 minuti di contesa. Doppia tripla di Grayson e squadra giuliana che mette la testa avanti, time out immediato di coach Bechi sul 12-6; Holloway incidente in difesa e ispirato in attacco, i piemontesi cercano con esperienza di restare in scia. Zona torinese per confondere le idee o forse per ritrovare il filo del discorso, ma per risposta la coppia Carra-Holloway confeziona la giocata del quarto con alley-hoop e schiacciata. Anche Marini si iscrive al festival delle triple, finale di quarto con allungo triestino chiuso sul 22-13. Manital in versione svogliata nei primi 12 minuti, non certo aiutata da percentuali di tiro imbarazzanti (Mancinelli su tutti) e il quarto fallo di Miller; Trieste non attacca la giugulare e tiene in partita l’avversaria, in un momento della partita a dir poco brutto: 28-18 e time out di coach Dalmasson. Lewis rompe il digiuno dalla linea della carita’, dopo che, con il suo collega di reparto, ha vissuto una mattinata complessa con i “cagnacci” biancorossi; in un amen Torino e’ a 4 punti, grazie proprio al risveglio del suo esterno numero 12, con i giuliani ad inceppare l’attacco. Squadre all’intervallo con il solito Holloway a dare ossigeno numerico ai padroni di casa e Gergati a portare i suoi al minimo svantaggio: 32-29.

Triste segnalazione il dover registrare l’ennesimo problema al Palatrieste con i 24 secondi, peraltro in un impianto di livello assoluto. Quarto fallo di Miller in attacco, bissato dal terzo di Stefano Tonut; energia diversa in campo, Holloway e’ il simbolo di una Trieste affamata, Bechi e’ costretto ad un nuovo time out per fermare l’emorragia: 42-32. Ad ogni azione corrisponde una reazione non uguale e contraria, zona ospite e tripla di Carra; due triple trovate dalla spazzatura del match insaccate da Giachetti e Gergati ridanno speranza ai piemontesi, giunti a -7. Nervi a fior di pelle, Lewis fallo in attacco e tecnico, mentre Holloway e’ talmente in serata da permettersi di commentare le proprie azioni nel momento di eseguirle; fine terza frazione con la Manital a speculare sul bonus speso triestino e punteggio 57-49. Torino sceglie la via delle penetrazioni per tiri ad alta percentuale, ma e’ Miller con una tripla a riportare sotto di 5 i suoi, con l’alleato in piu’ del bonus speso dei triestini. Quinto fallo di Candussi sul furbo Miller, abile a mostrare il contatto, ma Coronica spegne il rientro ospite con tripla: 65-57 a meta’ frazione. Tonut-Holloway da oltre l’arco dei 6,75 e il Palatrieste esplode, la partita monoritmica di Torino e’ esplicitata dai tanti punti ricavati dalla lunetta e da Mancinelli che solo sotto canestro preferisce scaricare il pallone ad un compagno; il finale e’ una passerella per la Pallacanestro Trieste 2004, vittoria 73-66 per l’ennesima perla di una stagione fantastica; la Manital, se vuole competere per la massima serie, deve cambiare atteggiamento e voglia.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.wordpress.com)

Pubblicato il marzo 15, 2015 su HighFive, News. Aggiungi ai preferiti il collegamento . 1 Commento.

  1. Stefano Saponaro

    Grande partita Trieste. E grande Dalmasson, capace a mettere in campo dieci ragazzi indemoniati e con una voglia straordinaria di vincere. Certo, Torino forse non era al top… Ma non deve esser facile giocare contro 10 indemoniati che ti si attaccano ai polpacci in quel modo.. Torino ferma a 66 punti, incredibile. Trieste sta crescendo. Con un budget ridicolo, un palazzo, un pubblico ed una tradizione degni del piano superiore. E senza main sponsor… Superbasket, ad inizio stagione prevedeva retrocessione per Veroli e Trieste, ed invece, siamo incredibilmente in vista dei play off. E se Trieste continuerà ad esser questa, potrebbe esser dura per chiunque, batterla… Ultima cosa. Nessuno ha parlato delle giacchette grigie. Vuol dire che, mediamente, hanno fischiato bene..

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: