Annunci

Un’accelerata e l’Alma Trieste cala il tris

ANG_9275Secondo appuntamento consecutivo dell’Alma Trieste a casa propria, dopo la vittoria sofferta con Forlì a far visita a Fernandez e cosi l’Andrea Costa Imola di coach Cavina.

Wilson sembra giocare ispirato in attesa dell’erede, subito 3 punti per portare avanti gli ospiti; basta innescare Green per ribaltare l’inerzia, soprattutto quando Trieste gioca in transizione rapida: contro parziale di 7 a 0 e 7-3 sul tabellone. Juan Fernandez meglio in fase di realizzazione rispetto alla regia, entrambe le squadre faticano a tenere il primo passo di palleggio degli esterni. Matteo Da Ros torna respirare aria di partita con minuti importanti già nel primo quarto, Bell infila canestri dall’alto tasso di difficoltà e primi dieci minuti agli archivi con Trieste avanti 23-17. Laurence Bowers entra con gli effetti speciali, un canestro e un assist lanciano l’Alma sul +10; terzo fallo di Da Ros figlio della desuetudine a intuire il metro arbitrale ordinato dalla terna arbitrale, l’ex Simioni fa bella figura con educato trattamento dell’arancia. Lorenzo Baldasso caldo sin da subito, due triple per dilatare il vantaggio fra gli applausi convinti dei soliti 4800 dell’Alma Arena. Tre triple consecutive per gli ospiti rianimano la truppa di Cavina, conclusioni dall’arco che infastidiscono Dalmasson al punto di chiamare time out sul 38-33. Anche Wilson si iscrive alla rumba di bombe da tre punti, Bowers per Green infiamma nuovamente l’arena; squadre all’intervallo dopo venti minuti divertenti sul 46-41.

David Bell è un signor attaccante, Wilson non è da meno e l’Andrea Costa in un amen è a +2. Zona ordinata da coach Cavina, la serata balistica degli imolesi continua ad essere fra l’ispirato e il mistico, Alma aggrappata ad un super Fernandez. Anche Alviti splendidamente incisivo, pulito tecnicamente, ospiti aggrappati alla battistrada: 57-56. Baldasso scardina la zona ospite con convinzione nietzschiana, terzo quarto chiuso 72-64. Una tripla trovata di Prandin sembra mandare un segnale deciso al match, il canestro successivo in tap-in di Bowers porta Trieste sul +12. Bell spegne la sua vena da oltre l’arco dei tre punti, Green schiaccia con violenza e l’Alma Arena accompagna un assolo biancorosso: 82-64. Ultimi cinque minuti in controllo per i padroni di casa, Baldasso con la quinta bomba manda i titoli di coda: finisce 91-83, terza perla giuliana consecutiva ma Imola non demerita.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

 

Annunci

Pubblicato il ottobre 15, 2017, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: