Annunci

La legge dell’Alma Arena confermata anche nel 2018, Montegranaro capitola

ANG_9513Big match di serie A2 imbandito all’Alma Arena: Trieste con l’obiettivo di ricacciare indietro le fameliche inseguitrici, Montegranaro con la volontà di prendersi due punti chiave per l’accesso alle Final Eight di Jesi.

Tanti isolamenti non convertiti per l’inizio di partita triestino, dalla parte opposta Amoroso contro tutti: risultato 2-7. Tutto di talento il recupero dei padroni di casa, due liberi di Fernandez regalano il primo vantaggio Alma sul 8-7. Bowers al suo meglio (anche difensivamente ndr.) sempre però in versione esterno e un Green finalmente aggressivo in penetrazione danno senso all’attacco biancorosso; anche Powell però ispirato (5 pt.), la partita cresce di livello. Difende molto male l’Alma, da palle perse nascono transizioni marchigiane ben orchestrate e sul nuovo pareggio a quota 18 coach Dalmasson chiama time out. In due minuti restanti non succede niente, prima frazione chiuso con perfetto equilibrio. Impatto notevolissimo di Alessandro Cittadini sul match, attacco e difesa per la causa, Amoroso lima da oltre l’arco lo svantaggio: 25-23. Marshawn Powell è un rebus per la difesa di Janelidze e soci, tanta tecnica di base abbinata ad una fisicità importante; anche “Bobo” Prandin entra in modalità “power-energy” non demoralizzandosi di fronte a qualche tiro uscito, è inerzia Alma: 31-25. La Poderosa dimostra che non a caso è seconda in classifica, Amoroso con 4 punti consecutivi rimette la squadra in scia costringendo al time out Dalmasson. Fiammate alternate a giocate rivedibili da ambo le parti, le squadre all’intervallo sul 40-35.

Valerio Amoroso continua a fare la differenza in questa categoria, di riffa o di raffa trova canestri di pura esperienza; Daniele Cavaliero con 5 punti indirizza sensibilmente il match: 51-38 (parziale di 11-3). Primi segna di stanchezza del trio delle meraviglie di Montegranaro, la macchina a 10 cilindri giuliana fa la differenza. Powell è il più continuo ma sembra essere anche l’unico, Alma avanti senza stress sul 63-47 con due triple di Baldasso. Terzo quarto chiuso con Trieste avanti 63-49. Coach Ceccarelli parte con i due americani in panchina e l’aggressività dei compagni ne giova perlomeno in termini di palle recuperate. Alma e Green in confusione, tre minuti di abulia culminati con un antisportivo all’americano: la Poderosa non capitalizza e la bomba di Cavaliero di tabella chiude virtualmente il match sul 67-52. Il resto è paesaggio, cinque minuti per rimpolpare bottini ma che non sposta l’inerzia della partita: finisce  81-73, Alma chiude il girone di andata con sole due sconfitte, Montegranaro esce appena ridimensionata ma per nulla demoralizzata.

 

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

Annunci

Pubblicato il gennaio 7, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: