Annunci

Le pagelle Alma post Montegranaro

positivo_negativo

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

PAGELLE

 Alma Trieste

 

Alessandro Cittadini: voto 6/7

Grande impatto nei primi venti minuti, difesa e qualche punto per il lungo ritrovato. 4 punti, 4 rimbalzi e 3 falli subiti sono cifre ingenerose rispetto al peso specifico della sua pallacanestro.

Javonte Green: voto 6

La sensazione è che i due anni consecutivi di attività lo stiano un po’ facendo rifiatare. Le letture non sono quelle di inizio stagione, lo scout logica conseguenza: 10 punti, 4/10 dal campo e 6 rimbalzi. Ulteriore step di maturazione.

Juan Fernandez: voto 5/6

22 minuti senza forzare nulla, gioca molto per i compagni anche se appare un po’ spento rispetto alla consueta verve offensiva. 8 punti, 2/4 dal campo e un curioso errore dalla lunetta.

Lorenzo Baldasso: voto 7

Sembrava una serata di quelle con i colori sbiaditi; poi tre triple che rimettono a posto le cose. 3/5 da oltre l’arco e 11 punti bottino di una serata più che sufficiente.

Giga Janelidze: voto 5/6

Sulla scia del derby, meno tignoso del solito ma neanche disfattista. 2 punti in 13 minuti per un leggero calo nel rendimento.

Daniele Cavaliero: voto 8

Di un altro livello. Dopo il derby amaramente digerito per un triestino come lui, la partita della redenzione: 19 punti, 4/7 da tre punti, 5 rimbalzi in meno di 30 minuti. La tripla di tabella il giusto premio ad una serata da leader.

Lodovico Deangeli: voto n.e.

Federico Loschi: 5

Serata in cui è stato poco coinvolto: 2 soli tiri sbagliati e meno di 10 minuti di utilizzo.

Matteo Da Ros: voto 5/6

Litiga con il canestro dalle prime battute, segna 6 punti ma tentando 9 tiri (3 realizzati); probabile scotto da pagare per avversarie che hanno bene presente il valore tattico del giocatore e quindi più attente sulla marcatura.

Laurence Bowers: voto 7

La miglior versione stagionale nei primi venti minuti: difesa eccellente su Powell e tanta classe offensiva. Alla fine 13 punti con 6/11 dal campo e 5 rimbalzi. In ascesa.

Roberto Prandin: voto 7

“Duracell” torna carico scatenando la verve difensiva e creando inerzia per la squadra. Gioca poco nel secondo tempo ma quanto fatto prima è di inestimabile valore.

Matteo Babich: voto n.e.

 All. Eugenio Dalmasson: voto 7

Specula un po’ troppo sul quintetto “operaio” nella seconda frazione. Alla fine il piano tattico è quello giusto, partendo dalla difesa sui pick and roll e pick and pop avversari; finiti i rifornimenti ad Amoroso e Powell la partita è stata in discesa.

Annunci

Pubblicato il gennaio 8, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: