Annunci

L’Alma Trieste non spreca l’occasione: batte Ferrara ed è di nuovo sola al comando

20180318_174010_resizedE’ il giorno dell’ “Allianz wall”, il “cubone” stile NBA offerto alla piazza di Trieste per rendere l’Alma Arena ancora più accogliente e moderna, ma sopratutto è la domenica della vittoria della Dè Longhi Treviso a Bologna contro la Fortitudo, schiudendo così un’opportunità enorme alla squadra di Dalmasson per il primato a fine stagione regolare.

Subito zona ordinata da coach Bonacina dalla prima azione difensiva ma l’Alma parte forte con il duo Cittadini-Cavaliero: 5-0. Ferrara non si scompone, con una buona applicazione difensiva costringe a diversi errori la squadra di casa; il rigenerato Cittadini (8 pt.) pennella a dovere il semi-gancio mancino, la prima spallata al match è della formazione giuliana, 15-6 e time out immediato di coach Bonacina. Mike Hall è imbrigliato dalla volitiva difesa di Bowers, i complementi estensi però fanno il loro dovere e la prima frazione si chiude con un partita in equilibrio: 21-15. Jenelidze e Da Ros consumano diversi falli per calibrare la difesa su Fantoni e Hall, dalla parte opposta Cortese si mette in ritmo con due conclusioni di pregevole fattura. Matteo Da Ros riprende confidenza con il canestro, otto punti consecutivi è c’è il massimo vantaggio Alma sul +10; inerzia totalmente in mano ai biancorossi, la Bondi con Hall a riposo anche per un lieve acciacco non trova più il canestro, 36-24 e time out Bonacina. Molinaro dall’arco dei tre punti ferma l’emorragia, il lungo ospite è fra i più incisivi fra i 28 metri di parquet; squadre all’intervallo sul 40-29.

Alessandro Cittadini è ispirato al punto di diventare assist-man, mentre Rush dalla parte opposta si specchia su un eccesso di eleganza; è la scossa definitiva alla partita con il punto esclamativo di Green con bimane rovesciata, 46-29. Il modo migliore per mettere nel match l’americano di Trieste è farlo veleggiare sopra il ferro, i compagni lo sanno bene e agevolano le operazioni; anche Bowers di concretezza rimpolpa il proprio tabellino: 52-37. C’è il “ventello” di vantaggio per i padroni di casa, minuti che scorrono con accondiscendenza delle difese; Hall sfrutta esperienza e tecnica per gravare di falli Janelidze e soci, nonostante tutto l’americano estense arriva presto in doppia cifra. Chiusura della terza frazione sul 70-49. La sfida diretta Hall-Da Ros è il piatto più ricco di inizio ultimo quarto; la Bondi Ferrara non smette di giocare e trova qualche felice conclusione con Molinaro, Cortese e il solito Hall; un altro “tuono” affondato a canestro da Green riaccende la platea dell’Alma Arena, 77-58. Minuti finali per la standing ovation allo stesso Javonte Green e per sostanziare la vittoria che riporta l’Alma Trieste sola al comando: 90-72 il risultato finale nel tripudio del palazzo triestino.

Raffaele Baldini (www.cinquealto.com)

 

 

Annunci

Pubblicato il marzo 18, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: