Annunci

Pagelle: Bowers e Mussini sempre meglio, Green decisivo

Pagelle-1

Fonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

PAGELLE

 Alma Trieste

 

Juan Fernandez: voto 6/7

Fa piacere rivederlo sul parquet, perchè comunque è un uomo acquistato proprio per la post-season e i climi caldi. Segna una tripla fondamentale, poi chiede troppo al suo fisico ma sempre tenendo in pugno la squadra. 3 punti e 4 assist alla fine per “Lobito”.

 Daniele Cavaliero: voto 6

Fatica ad entrare nella sfida, prevedibile dopo la mazzata del derby subita. Non deraglia mentalmente, segna anche una bomba pesantissima ma rimane “convalescente”.

 Alessandro Cittadini: voto 5/6

Moto caotico e poca precisione al tiro: 0 punti e 0/2 dal campo ma 5 preziosi rimbalzi. Poteva fare di più nella serata in cui Janelidze e Bowers si gravano di falli.

 Lorenzo Baldasso: voto n.g.

Cinque minuti e un tiro sono troppo pochi per giudicare una prestazione vissuta ai margini.

Federico Mussini: voto 7/8

Acquistone. Gioca sciolto e con personalità, al PalaSavelli ritrova anche il suo amato tiro da tre punti. Nella ripresa lascia il pallino all’esperta coppia Cavaliero-Fernandez, chiudendo alla fine con 15 punti, 3 triple e ben 5 rimbalzi.

Javonte Green: voto 7/8

Gioca come se si sentisse il colpa del viaggio oltreoceano; senza “urlare” comunque si mette a disposizione come un soldatino diligente. Nella ripresa gioca in nome della sua Erin: canestri da sotto e da tre punti, difesa e 20 punti finali di assoluta valenza.

Matteo Schina: voto n.e.

 Lodovico Deangeli: voto n.e.

Giga Janelidze: 6/7

Si sbatte in difesa subendo l’esperienza di Amoroso. Parte bene a livello offensivo consumando nel resto della partita alcune eccessive licenze da oltre l’arco. Chiude con 8 punti e 7 rimbalzi. Combattente.

 Laurence Bowers: voto 7/8

Giocatore di una tecnica offensiva sublime; la sua mano educata fa male da ogni parte del campo. Ad un primo tempo da antologia cestistica fanno seguito venti minuti in sordina. 18 punti, 9 rimbalzi e 3 assist.

Roberto Prandin: voto 6/7

Il salvagente quando la squadra non trova logica d’attacco; segna due triple fuori dai giochi e gioca quasi 12 minuti “puliti”. Ha sempre un senso sui 28 metri di campo.

Federico Loschi: voto 7

La peggiore situazione psicologica per affrontare una partita di basket. Eppure l’ex Recanati sfodera una prestazione di assoluta personalità: 7 punti in 18 minuti e l’impressione che possa essere ancora importante per le sfide senza ritorno dei play off.

 All. Eugenio Dalmasson: voto 8

Nella partita decisiva prepara la squadra a dovere, “gustandosi” i migliori venti minuti del girone di ritorno. Gestisce il rientrante Fernandez alla grande, così come l’infinita schiera di guardie, tutte ispirate. Il primato è anche merito suo, al di là di qualsiasi considerazione tecnico/tattica in merito. Chapeau.

 Raffaele Baldini

Annunci

Pubblicato il aprile 23, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: