Annunci

Dalmasson: “Abbiamo costruito un gruppo che può diventare squadra in tempi brevi”

16177954_1466307856712534_8258561786676516377_oFonte: Il Piccolo a cura di Raffaele Baldini

Eugenio Dalmasson per ilo nono anno consecutivo alla guida di Trieste nell’avventura più stimolante e difficile della sua carriera. Una sporca dozzina per spaventare al piano di sopra, un percorso che inevitabilmente racchiude tante incognite, ma anche alcuni punti fermi: “sicuramente partiamo dalla solida certezza di un ambiente entusiasta. Veniamo da due stagioni straordinarie, fatte di tanti “sold-out”, di un pubblico che è cresciuto esponenzialmente, per una squadra che ha saputo regalare, soprattutto fra le mura amiche, grandi prestazioni. La certezza poi di essere umili, da ultimi arrivati, affamati di apprendere rapidamente le logiche che governano la serie A. Ci sono poi tante sfide personali da mettere sul piatto della bilancia che elevano il grado di ambizione dei singoli: Walker per la prima volta a testarsi con il campionato europeo, Mosley esordiente, Sanders e Knox desiderosi di misurarsi nuovamente con la massima serie, più tutti quelli che avevo nel gruppo dello scorso anno.” L’incognita maggiore? “Proprio quella relativa alla necessità di imparare tanto; basti vedere i roster delle nostre avversarie per capire quanto sia tosto il confrontarsi a questo livello. Lasciamo agli altri proclami, noi dobbiamo concentrarci sul come stare in campo, su quello che dobbiamo e vogliamo fare.” La sensazione è il mercato Alma si stato quasi perfettamente allineato ai suoi voleri: “si, quasi tutto quello che avevamo messo come priorità, Wright e Peric su tutti, è stato portato a compimento, compatibilmente con quello che il mercato metteva a disposizione e secondo logiche costruttive legate all’evoluzione del roster. Abbiamo subito individuato in Sanders il giocatore ideale per sostituire o supportare Javonte Green. Sui lunghi siamo stati più cauti, anche sondando diversi giocatori “rookie” visti da Marco De Benedetto, puntando su elementi come Knox e Mosley, leggermente meno talentuosi ma più di affidabilità. In generale abbiamo creduto alla filosofia di sempre, cioè quella di non affidarsi a due stelle e uno stuolo di complementi, ma in 12 giocatori intercambiabili che esaltino il concetto di squadra.” L’affare Cusin vi ha destabilizzato? “No, fa parte della logica di mercato. Noi abbiamo fatto la nostra proposta, lui aveva altre intenzioni. Certo, lui era uno dei pochi italiani da quintetto che poteva darci quel vantaggio che hanno le grandi squadre.” Siamo stati abituati in serie A2 a vedere una preparazione a lungo termine, mirata alla post-season; al piano di sopra come intendete impostare il lavoro atletico? “Le nuove logiche fanno si che per esempio adesso ci troveremo ad avere due giocatori (Strautins e Peric ndr.) via con le nazionali per circa 20 giorni; per contro abbiamo tanti giocatori di esperienza che agevola l’auto-gestione fisica, nonchè l’inserimento all’esterno e all’interno del campo. Per il tipo di attitudine e tipologia penso che il nostro gruppo sia stato costruito per diventare squadra in tempi brevi.” Eugenio Dalmasson cosa chiede alla sua serie A? “Voglio costruire la squadra con lo stesso spirito e lo stesso “sistema” di gioco che abbiamo sempre messo in mostra, stimolato dalla sfida di farlo con tanti giocatori stranieri.” E’ possibile aggrapparsi ad un fattore “Allianz-Dome” come è stato in tutte le ultime stagioni? “Dovremo vivere coscientemente in modo diverso certe situazioni. Andare in campo contro le corazzate, a casa nostra, senza stress e con lo stimolo di fare il colpaccio, potrebbe darci una mano. Resta il fatto che non possiamo pensare di mantenere un ruolino come quello clamoroso vissuto negli ultimi due anni in serie A2.”

 

Annunci

Pubblicato il agosto 23, 2018, in BASKET TRIESTINO, HighFive, News con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: